Nonostante l’esistenza di differenze di genere pre-trattamento in soggetti affetti da disturbi da abuso di sostanze, a terapia iniziata uomini e donne sono simili relativamente agli outcomes legati all’uso di sostanze oppioidi su prescrizione. Queste le conclusioni di uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Substance Abuse Treatment da ricercatori USA.

“Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad un marcato incremento del numero di prescrizioni di oppiacei come del tasso di abuso di oppioidi da prescrizione – si legge nell’introduzione al lavoro.”
Un’area nella quale la dipendenza da oppioidi su prescrizione potrebbe evidenziare differenze rispetto ai disturbi da abuso di sostanze è quella dei tassi di prevalenza di questa condizione in base al sesso. Infatti, i dati disponibili in letteratura mostrano come nel sesso maschile si riscontrino tassi significativamente più elevati di disturbi da abuso di sostanze rispetto al sesso femminile.

Scopo del nuovo studio è stato quello di esaminare le differenze di genere in un ampio clinical trial sul trattamento della dipendenza da oppioidi su prescrizione.
In particolare, lo studio si è soffermato sulle differenze di genere relative a:
•    caratteristiche cliniche di base quali l’impiego di sostanze, la percezione di dolore e le variabili di efficacia del trattamento
•    variabili di trattamento quali la posologia di somministrazione, l’aderenza al trattamento e l’outcome.

I dati impiegati per l’analisi sono stati tratti dal trial POATS (Prescription Opioid Addiction Treatment Study), un trial multicentrico di grosse dimensioni condotto dal  the National Drug Abuse Treatment Clinical Trials Network, sulla base dell’ipotesi, formulata sulla scorta di osservazioni precedenti, di un maggior coinvolgimento del sesso femminile in problematiche di carattere medico e di relazione, nonché di carattere psichiatrico, nonché ad un uso più frequente di oppioidi.

Il campione era costituito da 653 pazienti con dipendenza da oppioidi su prescrizione, 261 di sesso femminile (il 40% del campione) e 392 di sesso maschile, aventi un’età media di 33 anni e un cursus scolastico medio di 13 anni. L’etnia del campione era in prevalenza Caucasica (91%), seguita da quella Afro-Americana (3%).
I farmaci oppiacei maggiormente prescritti erano rappresentati da ossicodone a lunga durata d’azione, idrocodone e ossicodone.

I risultati pre-trattamento hanno documentato, a fronte dell’assenza di differenze di genere relative alla gravità della condizione di dipendenza da oppioidi, che le donne presentavano alterazioni funzionali molto più significative degli uomini, come pure una maggiore severità delle comorbidità psichiatriche e una maggiore probabilità di ricorrere all’impiego di oppioidi per far fronte alle emozioni negative e alla percezione di dolore. Sempre nel sesso femminile, inoltre, era più frequente il riscontro del ricorso agli oppioidi mediante prescrizione e mediante la via appropriata di somministrazione.

I problemi legati all’alcol, invece, erano maggiormente presenti nel sesso maschile piuttosto che in quello femminile.
Lo studio, al contrario, non ha rilevato l’esistenza di differenze di genere relativamente alla posologia del farmaco utilizzato, all’aderenza al trattamento e agli outcomes legati all’impiego di oppioidi.

Nelle conclusioni, gli autori sottolineano come entrambi i sessi presentino outcomes simili nel trattamento della dipendenza da oppioidi su prescrizione: “Il tasso di successo del trattamento era basso, indipendentemente dal sesso – scrivono gli estensori dell’articolo. – Sono pertanto necessari ulteriori sforzi per migliorare l’outcome complessivo della terapia con queste sostanze.”

McHugh RK et al. Gender differences in a clinical trial for prescription opioid dependence. J Subst Abuse Treat. 2013 Jul;45(1):38-43. doi: 10.1016/j.jsat.2012.12.007. Epub 2013 Jan 11.
Leggi