Dismenorrea primaria, pari efficacia di piroxicam e diclofenac

La sintomatologia associata alla dismenorrea, i dolori associati al ciclo mestruale, č controllabile tramite l'assunzione di antidolorifici. Un recente lavoro pubblicato su Medical Science Monitor ha confrontato l'efficacia di piroxicam e diclofenac in pazienti con dismenorrea primaria mostrando che i due farmaci apportano lo stesso sollievo.

La sintomatologia associata alla dismenorrea, i dolori associati al ciclo mestruale, è controllabile tramite l’assunzione di antidolorifici. Un recente lavoro pubblicato su Medical Science Monitor ha confrontato l’efficacia di piroxicam e diclofenac in pazienti con dismenorrea primaria mostrando che i due farmaci apportano lo stesso sollievo.

La dismenorrea è un problema che riguarda molte donne specialmente ragazze sotto i 20 anni e quelle che hanno avuto il primo ciclo in età precoce, prima degli 11 anni.
Ne soffrono maggiormente anche le donne soggette a flusso mestruale abbondante o che hanno casi in famiglia di dismenorrea.

Il dolore è in genere crampiforme e colpisce la parte bassa dell’addome ma a volte può interessare anche schiena e gambe.
Per tale motivo può impattare decisamente nella vita lavorativa e sociale, diminuendo la qualità della stessa.

Quando non esiste una causa specifica si parla di dismenorrea primaria, mentre quando esistono patologie sottese la dismenorrea è denominata secondaria (es. endometriosi, fibromi uterini etc).
I FANS (antinfiammatori non steroidei) sono gli agenti più comuni utilizzati nel trattamento della dismenorrea. Riducono il dolore mestruale riducendo la pressione uterina e i livelli di PGF2alpha nel fluido mestruale.

Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare gli effetti del piroxicam e del diclofenac sodico come trattamenti per la dismenorrea primaria.
Lo studio è stato condotto utilizzando un metodo randomizzato e in doppio cieco, arruolando pazienti con punteggi di scala analogica visiva (VAS) superiori a 5 sono stati accettati nello studio.

I pazienti che erano idonei all'inclusione sono stati randomizzati in 2 gruppi e hanno ricevuto piroxicam intramuscolare o diclofenac sodico.
I livelli di dolore dei pazienti sono stati misurati al basale e dopo 15, 30, 45 e 60 minuti. Per la registrazione e quantificazione del dolore sono state utilizzate diverse scale come la VAS di 10 cm, la scala numerica, la scala verbale e ulteriori sintomi, oltre l’eventuale recidiva dopo 24 ore e l’uso di analgesici richiesti.

Lo studio ha incluso 400 pazienti. Complessivamente, 200 pazienti (50%) erano nel gruppo piroxicam e 200 pazienti erano nel gruppo diclofenac sodico.
La diminuzione media del dolore sulla scala VAS dopo somministrazione di piroxicam o diclofenac è stata misurata pari a 7,9 ± 1,8 cm e 7,9 ± 1,7 cm (mediana ± deviazione standard), rispettivamente.

L'efficienza di riduzione del dolore di tutti i trattamenti è stata confrontata utilizzando il test U di Mann-Whitney (p=0.929). Il farmaco di salvataggio era necessario per 25 pazienti nel gruppo piroxicam (p=0,014).
Complessivamente, 30 pazienti nel gruppo piroxicam e 41 pazienti nel gruppo diclofenac hanno avuto bisogno di analgesici nuovamente nel periodo di 24 ore dopo il trattamento (p=0,150).

In conclusione, questo studio ha evidenziato che non vi è alcuna differenza nei risultati del trattamento della dismenorrea primaria utilizzando 20 mg di piroxicam o 75 mg di diclofenac sodico.

Camlibel M. et al., Comparison of the Effects of Piroxicam and Diclofenac Sodium as Treatments for Primary Dysmenorrhea. Med Sci Monit. 2019 Jan 6;25:157-164. doi: 10.12659/MSM.911711.

leggi