Dolore

Dolore al collo, efficacia di una singola iniezione di anestetici locali e steroidi

In soggetti con dolore acuto al collo l'iniezione intracutanea di anestetici locali e steroidi nell'area della pelle interessata e nell'area paravertebrale Ŕ sufficiente per alleviare il dolore. L'effetto analgesico Ŕ pi¨ potente di quello generato dalla somministrazione orale di ibuprofene. E' quanto mostrato da uno studio pubblicato su Medicine.

In soggetti con dolore acuto al collo l'iniezione intracutanea di anestetici locali e steroidi nell'area della pelle interessata e nell'area paravertebrale è sufficiente per alleviare il dolore. L'effetto analgesico è più potente di quello generato dalla somministrazione orale di ibuprofene. E’ quanto mostrato da uno studio pubblicato su Medicine.

Il dolore al collo è un grave problema di salute pubblica con alta prevalenza e costi in termini di spese per assistenza sanitaria e perdita di produttività. Nella popolazione generale, la prevalenza una tantum del dolore al collo varia ampiamente, dal 14% al 71% e se non adeguatamente controllato, può portare a dolore persistente, che durerà per mesi, anche anni.

Ci sono attualmente gestioni non chirurgiche disponibili per il trattamento del dolore al collo, ad esempio il massaggio locale, l'esercizio fisico e l'iniezione di anestetici locali.
Queste terapie fisiche e mininvasive sono ampiamente utilizzate in tutto il mondo; tuttavia, hanno mostrato esiti incompleti o conflittuali sul dolore al collo, in quanto non esistono protocolli standard.

I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l'ibuprofene, sono ampiamente usati per il controllo del dolore acuto al collo, sebbene alcuni pazienti non rispondano ai FANS.
Recentemente il gruppo che si è occupato del presente studio, ha evidenziato che le iniezioni intracutanee di anestetici locali e steroidi sono utili strategie interventistiche per controllare efficacemente il dolore acuto da herpes zoster toracico.

Nel presente studio, è stata valutata l’efficacia di iniezioni intracutanee di anestetici locali e steroidi per alleviare il dolore al collo, acuto e non specifico, utilizzando ibuprofene orale come controllo positivo.
I partecipanti allo studio hanno soddisfatto i seguenti criteri: età compresa tra i 18 e i 65 anni, dolore al collo non specifico entro 72 ore, intensità del dolore ≥ 4 sulla scala analogica visiva (VAS).

I pazienti sono stati esclusi se il dolore al collo era stato indotto da fratture, carcinoma, infezione, neuropatia o malattie del midollo spinale; se era causato da precedente chirurgia del midollo spinale; infezione nei siti di iniezione; se il paziente aveva coagulopatia o una dipendenza da oppioidi; se il paziente era obeso [indice di massa corporea (BMI)> 30], aveva malattie neuropsichiatriche o una storia di trattamento correlata o se infine era incinta.

I pazienti sono stati istruiti nell'uso della scala analogica visiva (VAS; 0, nessun dolore, fino a 10, il peggior dolore possibile). Il punteggio VAS post-trattamento è il risultato primario dello studio. Non sono state apportate modifiche importanti ai metodi dopo l'inizio della prova.

Trentasei pazienti con dolore al collo di nuova diagnosi, non specifico, sono stati randomizzati a ricevere ibuprofene (gruppo IPB) o iniezione intracutanea di anestetici locali (lidocaina e bupivacaina) e steroidi (metilprednisolone) (gruppo MLB).


L'intensità del dolore era il risultato primario e valutata con scala analogica visiva (VAS). L'indice di invalidità del collo (NDI) e l'impressione di cambiamento globale del paziente (PGIC) sono stati monitorati per i risultati complessivi.

Dopo i trattamenti, i pazienti dei 2 gruppi hanno diminuito i punteggi VAS e NDI se confrontati con il loro livello basale a 3 ore, 1 ° giorno e 3 giorni. È interessante notare che i pazienti del gruppo MLB hanno ottenuto punteggi VAS e NDI inferiori rispetto al gruppo IPB. I pazienti con MLB avevano anche un PGIC più elevato del gruppo IPB.


Ci sono limitazioni nel presente studio. Questo è uno studio a centro singolo, è difficile generalizzare i risultati e contiene una piccola dimensione del campione poiché la tecnica è invasiva, è difficile da accettare per alcuni pazienti.

Inoltre è stato registrato l'effetto analgesico del trattamento per soli 3 giorni. Sono necessarie ulteriori osservazioni per vedere se questo effetto potrebbe durare per un periodo ancora più lungo, sebbene 3 giorni siano considerati un effetto a lungo termine per la singola iniezione.


In conclusione, in soggetti con dolore acuto al collo l'iniezione intracutanea di anestetici locali e steroidi nell'area della pelle interessata e nell'area paravertebrale è sufficiente per alleviare il dolore. L'effetto analgesico è più potente di quello generato dalla somministrazione orale di ibuprofene.

Yang XN et al., Single intracutaneous injection of local anesthetics and steroids alleviates acute nonspecific neck pain: A CONSORT-perspective, randomized, controlled clinical trial. Medicine (Baltimore). 2018 Jul;97(28):e11285. doi: 10.1097/MD.0000000000011285.

leggi


SEZIONE DOWNLOAD