Dolore

Dolore da drenaggi post cardiochirurgia, efficacia e sicurezza della bupivacaina

L'iniezione di bupivacaina allevia rapidamente e in modo significativo il dolore postoperatorio associato a drenaggi pleurici e mediastinici, secondo i risultati di uno studio pubblicato sul Journal of Pain Research.

L'iniezione di bupivacaina allevia rapidamente e in modo significativo il dolore postoperatorio associato a drenaggi pleurici e mediastinici, secondo i risultati di uno studio pubblicato sul Journal of Pain Research.

Dopo la cardiochirurgia, i drenaggi pleurici vengono lasciati in posizione per 2-4 giorni per evacuare il liquido in eccesso.
Ciò, in alcuni pazienti, provoca grave disagio sebbene tutti i pazienti ricevano un regime antidolorifico multimodale personalizzato con paracetamolo, FANS e oppioidi auto-somministrati.

Questo dolore è spesso descritto come acuto, penetrante, che si irradia alla schiena o alla spalla e che si verifica durante la respirazione, il movimento o la tosse. In genere rimane invariato nonostante la somministrazione di farmaci.

Considerato tale problema un gruppo di ricercatori canadesi ha deciso di utilizzare i drenaggi per iniettare un anestetico locale per intorpidire l'area pleurica a contatto con essi.

Sebbene gli studi ad oggi noti abbiano dimostrato che la somministrazione di bupivacaina intrapleurica, somministrata tramite drenaggio toracico, riduca con successo il dolore in varie procedure, la sicurezza e l'efficacia di questa procedura nel contesto della cardiochirurgia per il trattamento del dolore non è stato ancora determinato.

Per stabilire se l'instillazione di 20 mL di bupivacaina allo 0,25% nei drenaggi pleurici e mediastinici possa ridurre il dolore e il fabbisogno di oppioidi, è stata analizzata una revisione dei dati ospedalieri di 4392 pazienti (28% donne) sottoposti a cardiochirurgia. L'età media dei pazienti era di 66 anni.

Durante lo studio, 1348 pazienti hanno continuato a provare dolore incontrollato nonostante l'uso del protocollo multimodale del dolore e sono stati quindi trattati con un'iniezione di bupivacaina. Il dolore è stato valutato su una scala da 0 a 10 ogni 4 ore.

Inoltre, sono stati analizzati i dati di 171 pazienti (29% donne) per valutare la rapidità e l'intensità della diminuzione del dolore registrando i punteggi del dolore prima dell'iniezione e 5, 10 e 15 minuti dopo l'iniezione. L'età media di questi pazienti era di 67 anni.

Nessuna differenza significativa nell'incidenza di infezioni è stata osservata tra i pazienti che hanno ricevuto iniezioni di drenaggio e quelli che non l'hanno fatto (odds ratio [OR], 0,955; IC 95%, 0,4705-1,9384). Non è stato osservato alcun evento avverso cardiaco correlato ai drenaggi.

La diminuzione media aggiustata del dolore è stata di 4,08 più o meno 0,15 punti (95% CI, 3,78-4,38) nei 15 minuti successivi all'iniezione. Il tempo medio aggiustato per il massimo sollievo dal dolore è stato di 8,33 più o meno 0,42 minuti (IC 95%, 7,50-9,15).

I risultati di questo studio indicano che l'iniezione di bupivacaina nei drenaggi toracici dopo la chirurgia cardiaca è un metodo efficace e sicuro per ridurre il dolore correlato al drenaggio. Nessuno studio precedente ha mostrato una diminuzione del dolore di questa entità con un inizio così rapido.

Le limitazioni a questo studio includono l'incapacità di eliminare la possibilità di un effetto placebo, nonché la piccola dimensione del campione utilizzato per la valutazione della rapidità di attenuazione del dolore.

In conclusione, questa tecnica è un potente, sicuro ed efficiente strumento nell'armamentario della gestione del dolore e il suo utilizzo crescente può fornire un vantaggio sostanziale nel trattamento del dolore postoperatorio precoce.

Cogan J, André M, Ariano-Lortie G, et al. Injection of bupivacaine into the pleural and mediastinal drains: a novel approach for decreasing incident pain after cardiac surgery – Montreal Heart Institute experience. Published online December 16, 2020. J Pain Res. 2020;13:3409-3413. doi:102147/JPR.S279071

leggi


SEZIONE DOWNLOAD