Dolore da osteoartrosi, meglio la glucosamina della diacereina

Dolore
Tra i farmaci sintomatici per trattare l’osteoartrosi del ginocchio, la glucosamina è la scelta migliore rispetto alla diacereina apportando miglioramenti significativi nella condizione dolorosa e meno effetti collaterali. Questo è quanto riportato in uno studio pubblicato sulla rivista European Journal of Medical Research.

L’osteoartrosi (OA) è la patologia cronica più comune nei pazienti anziani. I principali obiettivi nella sua gestione sono la riduzione del dolore e il miglioramento della funzione.

Nei casi di OA lieve del ginocchio per una corretta gestione bisogna agire sullo stile di vita e attraverso trattamenti farmacologici, primi fra tutti i farmaci antinfiammatori non steroidei. Questi ultimi possono comportare sanguinamento gastrointestinale e problemi vascolari.

Come seconda linea di trattamento si usano farmaci sintomatici per l’OA come la glucosamina solfato, glucosamina idrocloruro, condroitin solfato, acido ialuronico, insaponificabili dell'avocado e della soia, diacereina.

Questi farmaci possono migliorare i sintomi del paziente e ridurre il degrado della cartilagine, diminuendo anche gli eventi avversi GI rispetto ai FANS.
Due farmaci sono raccomandati dalle linee guide  EULAR 2003. Questi includono un inibitore dell’ interleuchina-1 (IL-1B) (diacereina) e la glucosamina. Tuttavia, questi farmaci hanno una rapida insorgenza e un effetto residuale prolungato.

Nessuno studio RCT ha confrontato queste due molecole per efficacia e sicurezza. Per cui in questa revisione sistematica della letteratura con una network meta-analisi, gli autori hanno confrontato i risultati clinici rilevanti relativi a diacereina, glucosamina, Fans e placebo puntando soprattutto al miglioramento del dolore, della funzione e agli effetti collaterali.
Come misura di eventuali miglioramenti sono state utilizzate la scala del dolore VAS pain scale da 0 a 10; il punteggio WOMAC che comprende dolore (0 to 20), rigidità (0 to 8) e  funzione (0 to 68) con un punteggio totale da 0 a 96.

Sono stati analizzati i database Medline e Scopus alla ricerca di studi fino al 29 agosto 2014. I dati sono stati estratti da studi originali.
I risultati hanno mostrato che 31 dei 505 studi identificati erano ammissibili.

Rispetto al placebo, la glucosamina ha mostrato un significativo miglioramento con differenze medie non standardizzate (UMD) sul punteggio totale WOMAC, dolore e funzione WOMAC, e punteggio Lequesne (indice algofunzionale) di -2,49 (95% intervallo di confidenza (IC) -4,14, -0,83), -0.75 (95% CI: -1,18, -0,32), -4,78 (95% CI: -5,96, -3,59), e -1,03 (95% CI: -1,34, -0,72), rispettivamente.

La diacereina migliora clinicamente il punteggio analogico visivo, funzionano WOMAC e rigidità WOMAC con valori UMD di -2,23 (95% CI: -2,82, -1,64), -6,64 (95% CI: -10,50, -2,78), e -0,68 (95% CI: -1,20, -0,16) rispetto al placebo.

Gli eventi avversi sono stati 1.12 (95% CI: 1,02, 1.23) e 5.58 (95% CI: 2.14, 14,59) volte significativamente più elevati con la glucosamina e diacereina rispetto a placebo.

Considerando solo gli eventi avversi GI, l’RR per la glucosamina è stato di 0,99 (95% CI: 0.82, 1.19) rispetto al placebo e 0.393 (95% CI: 0,157, 0,588) rispetto ai FANS. Viceversa, la diacereina rispettivamente aveva 2,00 (95% CI: 0,69, 5,74) e 1,37 (95% CI: 0.89, 2.10) volte più effetti gastrointestinali rispetto al placebo e FANS, ma questo dato non era statisticamente significativo.
In conclusione, questa meta-analisi di rete suggerisce che diacereina e glucosamina sono ugualmente efficaci per il sollievo dai sintomi nell’osteoartrosi del ginocchio, nel sollievo dal dolore ma che la diacereina ha più effetti collaterali.

La glucosamina mostra miglioramenti significativi nel punteggio del dolore ma non diminuisce il rischio di effetti avversi e non ha un effetto clinicamente rilevante nel rallentamento della progressione del restringimento dello spazio articolare nell’OA del ginocchio.

La diacereina ha un più elevato rischio di eventi avversi gastrointestinali rispetto alla glucosamina. Diacereina inoltre non diminuisce il rischio di effetti collaterali e non ha alcun effetto clinicamente rilevante nel ritardare la progressione del restringimento dello spazio articolare nell’OA del ginocchio. Rispetto alla diacereina, la glucosamina è la scelta migliore di trattamento per l’OA del ginocchio.

Emilia Vaccaro

Kongtharvonskul J et al. Efficacy and safety of glucosamine, diacerein, and NSAIDs in osteoarthritis knee: a systematic review and network meta-analysis.  Eur J Med Res. 2015 Mar 13;20(1):24. doi: 10.1186/s40001-015-0115-7.
leggi