Dolore

Dolore pelvico e addominale nei pazienti con IBS, arrivano nuovi criteri diagnostici

Da una partnership pubblico-privato tra FDA e American Pain Society (APS) Ŕ nata l'iniziativa ACTTION-APS Pain Taxonomy (AAPT-The Analgesic, Anesthetic, and Addiction Clinical Trial Translations, Innovations, Opportunities, and Networks) con l'intento di sviluppare dei criteri diagnostici di base per il dolore addominale, pelvico e urogenitale associato alla sindrome dell'intestino irritabile (IBS). Questi criteri sono stati pubblicati su The Journal of Pain.

Da una partnership pubblico-privato tra FDA e American Pain Society (APS) è nata l’iniziativa ACTTION-APS Pain Taxonomy (AAPT-The Analgesic, Anesthetic, and Addiction Clinical Trial Translations, Innovations, Opportunities, and Networks) con l’intento di sviluppare dei criteri diagnostici di base per il dolore addominale, pelvico e urogenitale associato alla sindrome dell'intestino irritabile (IBS). Questi criteri sono stati pubblicati su The Journal of Pain.

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è la condizione più comune di dolore addominale cronico, non tumorale.
Basandosi sull’evidenza, il gruppo multidisciplinare di clinici e ricercatori, di FDA e APS, hanno elaborato dei criteri per la diagnosi di dolore cronico addominale, pelvico e urogenitale in pazienti con IBS.

I sistemi diagnostici sviluppati dall’ AAPT includono le seguenti 5 dimensioni: criteri diagnostici fondamentali, caratteristiche comuni, comorbidità mediche e psichiatriche più frequenti, conseguenze neurobiologiche, psicosociali e funzionali e presunti meccanismi neurobiologici e psicosociali, fattori di rischio e fattori protettivi.

I criteri diagnostici per la dimensione 1 sono basati sui criteri diagnostici Roma IV per IBS, con lievi alterazioni stilistiche. Altre raccomandazioni si basano su una revisione e una sintesi sistematiche.

Per quanto concerne le caratteristiche comuni, le linee guida specificano che l’IBS è un disturbo gastrointestinale funzionale comune caratterizzato da dolore addominale e abitudini intestinali alterate con diarrea (IBS-D), costipazione (IBS-C) oppure comportamento intestinale e forma delle feci misto (IBS-M). I pazienti IBS riferiscono frequentemente che i sintomi sono indotti o esacerbati dai pasti o da eventi di vita stressanti.

La disabilità motoria gastrointestinale e l'ipersensibilità viscerale che si trovano nell'IBS sono state attribuite ad alterazioni del metabolismo della serotonina
In molti pazienti possono coesistere altre patologie. Le comorbidità più frequenti sono altre condizioni gastrointestinali funzionali (ad es. dispepsia), condizioni croniche da dolore pelvico e urogenitale (ad es. vulvodinia, sindrome prostatica benigna, endometriosi, sindrome della vescica dolorosa) e condizioni di dolore cronico al di fuori dell’addome (ad es. emicrania, disturbo dell'articolazione temporomandibolare, fibromialgia).

I sintomi extraintestinali non spiegabili dal punto di vista medico (ad es. cefalea emicranica, mialgia) sono comuni nei bambini e negli adulti con IBS, e sono stati associati a livelli più elevati di angoscia e prognosi a lungo termine più povera. Disturbi psichiatrici, in particolare depressione  disturbi d'ansia, sono più comuni negli adulti e nei bambini con IBS rispetto a quelli senza IBS.

Questa patologia può impattare diverse aree della vita di un soggetto, dal sociale all’economico con disturbi del sonno e del comportamento, isolamento, irritabilità.
Gli autori specificano che il dolore addominale persistente rappresenta una sensibilizzazione periferica nei siti di danno tissutale e/o sensibilizzazione centrale, meccanismo attivamente investigato.

I pazienti con IBS mostrano diverse caratteristiche viste negli stati di dolore centralizzato, come ad esempio dolore muscoloscheletrico diffuso e alterate risposte agli stimoli sperimentali ai test sensoriali quantitativi del dolore.

Fattori psicosociali possono esacerbare l’IBS e il dolore in questi pazienti così come i traumi nei bambini e storia familiare di IBS sono fattori di rischio per lo sviluppo della malattia.

Gli autori hanno osservato che "I criteri IBS AAPT fanno parte di un sistema di classificazione basato sull'evidenza che fornisce un vocabolario coerente per quanto riguarda i criteri diagnostici, le caratteristiche comuni, le comorbidità, le conseguenze e i meccanismi putativi del disturbo."

Infine, nel lavoro viene precisato che gli sforzi futuri sottoporranno questi criteri AAPT alla valutazione empirica sistematica della loro fattibilità, affidabilità e validità".

QiQi Zhou et al., AAPT Diagnostic Criteria for Chronic Abdominal, Pelvic, and Urogenital Pain: Irritable Bowel Syndrome. The Journal of Pain.
leggi


SEZIONE DOWNLOAD