Dolore post chirurgico, efficacia di dexketoprofene trometamolo rispetto ad altri analgesici

Dolore

Una recente revisione sistematica della letteratura e meta-analisi pubblicata su Drug Development Research ha evidenziato che dexketoprofene trometamolo è efficace rispetto al placebo, lornoxicam e paracetamolo come analgesico somministrato in fase preoperatoria. Non sono state evidenziate differenze sulla capacità analgesica se il farmaco veniva somministrato prima o dopo l'intervento.

Una recente revisione sistematica della letteratura e meta-analisi pubblicata su Drug Development Research ha evidenziato che dexketoprofene trometamolo è efficace rispetto al placebo, lornoxicam e paracetamolo come analgesico somministrato in fase preoperatoria. Non sono state evidenziate differenze sulla capacità analgesica se il farmaco veniva somministrato prima o dopo l’intervento.

Le procedure chirurgiche sono spesso seguite da processi fisiologici di infiammazione acuta che comportano dolore postoperatorio che è spesso ancora sotto-trattato.
Per controllare questo dolore possono essere applicate diverse strategie come la somministrazione pre-operatorio di FANS che è un alternativa molto valida in quanto diminuisce il rischio di sensibilizzazione centrale, di dolore post-operatorio e di ricorso ad analgesici nel post operatorio.

Lo scopo di questo lavoro era quello di valutare l’efficacia della somministrazione pre-operatoria di dexketoprofene trometamolo sul dolore dopo l’intervento chirurgico.
Dexketoprofene trometamolo (DEX) è un antinfiammatorio non steroideo (FANS) derivato dell'acido arilpropionico, enantiomero S del ketoprofene, che è considerato un potente inibitore della sintesi delle prostaglandine in vitro.

L'uso di un singolo isomero di ketoprofene semplifica la farmacocinetica del farmaco e consente una riduzione del 50% nella sua dose efficace. La concentrazione massima può essere raggiunta dopo 30 minuti, mostrando un rapido assorbimento, protezione gastrica e un profilo di sicurezza accettabile.

Gli studi hanno mostrato efficacia anche a basse dosi con tollerabilità accettabile e senza eventi avversi gravi.
Dopo un’attenta ricerca degli articoli pubblicati tra giugno 2002 e luglio 2017 sono stati selezionati 14 studi che sono stati inclusi nella revisione e 12 inclusi nella meta-analisi.

Tutti gli studi hanno misurato il livello di dolore acuto (APL) (VAS, NRS, VRS), il tempo per richiedere una seconda dose di DEX o di un farmaco analgesico di emergenza e il consumo di oppioidi attraverso l’analgesia controllata dal paziente (PCA).

E’ stata fatta un’analisi qualitativa e una quantitativa per cui gli studi sono stati suddivisi in due gruppi, quelli che confrontavano la somministrazione pre-operatorio di DEX a quella di altri analgesici (placebo, paracetamolo e lornoxicam) e un secondo gruppo in cui venivano confrontate le somministrazioni di DEX pre e post-operatorie.

Indipendentemente dal tipo di dolore e dagli approcci chirurgici e regimi di dosaggio, il confronto ha mostrato la superiorità di DEX rispetto al controllo e agli altri gruppi di farmaci quando usati in fase pre-operatoria; secondo gli autori qui gioca un ruolo importante la farmacodinamica del DEX e la sua potenza.

Il confronto non ha invece mostrato la superiorita del DEX pre-operatorio rispetto alla somministrazione dopo l’intervento; di conseguenza il tempo della somministrazione non sembra impattare sull’efficacia del farmaco. Servirebbero degli studi randomizzati controllati per analizzare meglio questo aspetto.

In conclusone, questo studio ha evidenziato l'efficacia analgesica della somministrazione preoperatoria di DEX rispetto al placebo, al lornoxicam e al paracetamolo nel trattare il dolore postoperatorio e che la somministrazione preoperatoria di DEX rispetto a quella postoperatoria presenta lo stesso effetto analgesico.

Esparza-Villalpando V. et al., Analgesic efficacy of preoperative dexketoprofen trometamol: A systematic review and meta-analysis.
Drug Dev Res. 2017 Dec 15. doi: 10.1002/ddr.21419.


leggi