Dolore

Efficacia a lungo termine delle iniezioni di steroidi epidurali negli anziani con lombalgia

Gli anziani trattati con ESI (steroidi per via epidurale) hanno un miglioramento a lungo termine come mostrano i risultati di uno studio internazionale pubblicati sull'European Journal of Pain. Tuttavia, è improbabile che il miglioramento sia il risultato di uno specifico effetto degli ESI.

Gli anziani trattati con ESI (steroidi per via epidurale) hanno un miglioramento a lungo termine come mostrano i risultati di uno studio internazionale pubblicati sull’European Journal of Pain. Tuttavia, è improbabile che il miglioramento sia il risultato di uno specifico effetto degli ESI.

Esiste un numero limitato di lavori sull'efficacia a lungo termine delle somministrazioni di ESI negli adulti più anziani, nonostante l'alta prevalenza di dolore lombare e agli arti inferiori in questa fascia di età.

Nel presente studio, abbiamo utilizzato i dati BOLD, Back pain Outcomes using Longitudinal Data, progettato per descrivere la storia naturale del mal di schiena negli anziani e valutare in modo prospettico gli interventi per i pazienti di età pari o superiore a 65 anni e per esaminare l'efficacia a lungo termine dell'ESI in un ampio campione di anziani con nuovi episodi di cura per il mal di schiena, con o senza dolore alle gambe.

In questo lavoro sono state analizzate le ipotesi che gli adulti più anziani sottoposti a terapia con ESI, rispetto ai pazienti che non sono stati trattati con steroidi per via epidurale: (1) hanno dolore, disabilità e qualità di vita ('outcomes') peggiori pre-ESI, (2) hanno migliorato gli outcomes dopo ESI e (3) hanno migliorato gli outcomes per un effetto specifico di questi farmaci.

A tal fine sono stati studiati in modo prospettico i pazienti di età superiore ai 65 anni che presentavano all'assistenza sanitaria di base nuovi episodi di dolore lombare in tre sistemi sanitari statunitensi (BOLD registry).
Gli outcomes erano l'intensità del dolore agli arti inferiori e alla schiena, la disabilità e la qualità della vita, valutati al tempo basale 3-, 6-, 12- e 24-mesi di follow-up.
I partecipanti sono stati suddivisi in: (1) ESI entro 6 mesi dalla prima visita (n=295); (2) nessun ESI entro 6 mesi (n=4809); (3) nessun ESI entro 6 mesi, con il punteggio di propensity-score corrispondente al gruppo 1 (n=483).

Sono stati analizzato i dati utilizzando la regressione lineare e le Generalized Estimating Equations.
I risultati hanno mostrato che l'intensità del dolore, la disabilità e la qualità della vita al basale erano significativamente peggiori al basale nei pazienti con ESI (gruppo 1) rispetto al gruppo 2.

Il miglioramento dal basale a 24 mesi in tutti i risultati era statisticamente significativo per il gruppo 1. Tuttavia, nessuna differenza statisticamente significativa è stata osservata tra le traiettorie dei risultati per i gruppi 1 e 3 abbinati al punteggio di propensione.
In conclusione, gli adulti più anziani trattati con ESI presentano un miglioramento a lungo termine. Tuttavia, il miglioramento è improbabile a causa di uno specifico effetto ESI.

Gli autori specificano che in questo ampio studio prospettico negli adulti anziani, durato due anni, che presentavano un nuovo episodio di mal di schiena, il dolore lombare e agli arti inferiori, la disabilità e la qualità di vita sono migliorati dopo iniezioni di steroidi per via epidurale; purtuttavia, la tecnica del propensity-score matching ha rivelato che il miglioramento era poco probabile che fosse il risultato dell’effetto specifico delle iniezioni, indicando che è improbabile che gli steroidi per via epidurale forniscano difficilmente benefici a lungo termine negli adulti anziani con nuovi episodi di dolore lombare e agli arti inferiori.

M. Curatolo et al., Long-term effectiveness of epidural steroid injections after new episodes of low back pain in older adults. Eur J Pain. 2022 Aug; 26(7): 1469–1480.
Published online 2022 May 29. doi: 10.1002/ejp.1975

leggi