Dolore

Emicrania addio, nuovi risultati positivi per il farmaco anti calcitonina

Nuove conferme di efficacia per il farmaco anti-emicrania di TEV. Parliamo di TEV-48125, i dati derivanti dagli studi di fase 2b, relativi ad efficacia e sicurezza sia sull’emicrania episodica che su quella cronica verranno presentati al Meeting annuale dell’American Headache Society (AHS).

TEV-48125, un nuovo anticorpo monoclonale anti-CGRP somministrato per via sottocutanea una volta al mese per il trattamento preventivo di: TASE ad alta frequenza di emicrania episodica (caratterizzata da 8-14 giorni di cefalea al mese) ed emicrania cronica (mal di testa per almeno 15 giorni al mese).
TEV-48125 è il primo trattamento sperimentale che ha soddisfatto tutti gli endpoint di efficacia negli studi sia sull’ emicrania cronica che episodica e in più dosi. Una singola somministrazione di tutti i dosaggi testati di questa molecola ha determinato un distacco statisticamente significativa rispetto al placebo.
Il 53% e 59% dei pazienti trattati con dosi attive basse e alte, hanno sperimentato una diminuzione di almeno il 50% dei giorni di emicrania episodica dopo tre mesi di trattamento. Nel sottogruppo di pazienti che non erano sottoposti al trattamento con altri farmaci preventivi, la riduzione del 50% dei giorni di emicrania episodica è stata raggiunta nel 66% e nel 67% dei pazienti trattati con farmaco attivo.
Questo farmaco è il primo sulla prevenzione dell’emicrania cronica che dimostra un miglioramento significativo a pochi giorni dall'inizio della terapia con un profilo di sicurezza simile a placebo.

Dati sull’emicrania episodica
Un totale di 297 persone, con una media di 11,4 giorni di emicrania al mese e una media di 12,5 giorni di cefalea sono stati randomizzati a ricevere placebo o TEV-48125 (225 mg o 675 mg) somministrato mensilmente. I pazienti sono stati autorizzati a continuare a utilizzare altri farmaci contro l'emicrania preventiva se in dosi stabili.
Lo studio è stato uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, a gruppi paralleli, studio di confronto su efficacia e la sicurezza di due dosi di TEV-48125 sottocutaneo rispetto al placebo per il trattamento preventivo dell’emicrania episodica ad alta frequenza.
Il trattamento è stato somministrato una volta ogni 28 giorni (cioè, una volta al mese) per un periodo di 3 mesi. I pazienti sono stati arruolati e randomizzati ad uno dei tre bracci di trattamento e hanno ricevuto alte dosi di TEV-48125, basse dosi o placebo, somministrati per via sottocutanea una volta al mese. Lo studio è stato condotto in circa 60 centri negli Stati Uniti.
Entrambe le dosi di TEV-48125 erano superiori al placebo e hanno soddisfatto l'endpoint primario definito come riduzione dei giorni di emicrania al mese al 3 ° mese rispetto al basale (placebo=-3.46, 225mg=-6,27, p <0,0001 e 675 mg=-6,09, p <0,0001) così come l’endpoint secondario, definito come diminuzione nei giorni di cefalea mensili rispetto al basale (225 mg, p
Inoltre, dopo tre mesi di trattamento, è stato osservata nel campione globale una diminuzione di almeno il 75% nei giorni di emicrania episodica per la durata dello studio nell’ 11%, 34% (p <0.01) e 31% (p <0.001) dei soggetti trattati rispettivamente con placebo, 225mg e 675mg analisi. 
Il sottogruppo di persone che non avevano utilizzato altri medicinali preventivi dell’emicrania hanno mostrato una riduzione dell'8%, 48% e 36% trattati rispettivamente con placebo, 225mg e 675mg .
I risultati hanno dimostrato che una singola somministrazione di entrambi i dosaggi considerati di TEV-48125 ha determinato un distacco statisticamente significativo rispetto al placebo. Inoltre, sono stati osservati una diminuzione di almeno il 50% dei giorni di emicrania per la durata dello studio (weeks1-12) nel 28% dei soggetti trattati con placebo rispetto al 53% (p <0,001) e 59% (p <0.001) degli individui che avevano assunto 225mg e 675mg di farmaco.
Questi risultati sono stati ancora più pronunciati nel sottogruppo di pazienti che non avevano usato altri farmaci preventivi in parallelo ; una diminuzione di almeno il 50% dei giorni di emicrania episodica è stata osservata nel 22% degli individui trattati con placebo, rispetto al 66% (p < 0,001) e 67% (p <0.01) delle persone che avevano assunto 225mg e 675mg corrispondentemente.

Emicrania cronica
Durante il meeting verranno presentati anche i nuovi dati di analisi ad hoc dello studio di fase 2b sull’emicrania cronica per quanto riguarda l'efficacia ai primi time-point. 
Lo scopo di questa valutazione è stato quella di esaminare l'efficacia e la sicurezza di TEV-48125 al primo mese di terapia nelle persone con emicrania cronica, caratterizzata da mal di testa su almeno 15 giorni al mese.
Lo studio è stato uno studio multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, double-dummy, a gruppi paralleli, controllato con placebo, studio multidose confrontando TEV-48125 con placebo. Dopo 28 giorni di periodo di rodaggio, 264 pazienti sono stati randomizzati a uno dei tre gruppi di trattamento e hanno ricevuto alte dosi di TEV-48125 (900 mg),  basse dosi di TEV-48125 (675/225 mg) o placebo, per via sottocutanea una volta al mese per tre mesi.
Lo studio è stato condotto su pazienti con emicrania cronica estremamente gravi che soffrivano di una media di circa 162 ore di mal di testa al mese (circa 17 giorni di emicrania al mese, e circa 21 giorni di mal di testa al mese). Avevano sofferto di emicranie per un periodo medio di 18 anni.
I risultati hanno dimostrato una diminuzione significativa del numero medio di ore con cefalea, rispetto al placebo, dopo una sola settimana di terapia per entrambe le dosi di TEV-48125, un beneficio che si è esteso nella seconda e terza settimana di terapia. La dose di 900 mg ha evidenziato differenze significative col placebo già dopo 3 giorni di terapia (p <0,05) e la dose 675/225mg dopo il giorno 7 (p <0.01).
In entrambi gli studi non sono stati riportati eventi avversi gravi correlati al trattamento con l'uso di TEV-48125. Non sono state osservate altre differenze rilevanti nel tasso di eventi avversi emergenti dal trattamento con TEV-48125 rispetto al placebo.
Gli anticorpi anti-farmaco erano i più bassi nella classe fino a questo punto (1,1% in questo studio, e presenti prima dell’esposizione al farmaco).
Lo studio è stato condotto in circa 60 centri negli Stati Uniti.
In conclusione, TEV-48125 ha mostrato anche in studi di fase IIb di essere efficace e sicuro contro l’emicrania episodica e cronica. Si aspetta adesso la partenza degli studi di fase III.
Emilia Vaccaro

SEZIONE DOWNLOAD