Dolore

Epidurale, quali sono i fattori che determinano una maggiore soddisfazione delle partorienti?

Uno studio appena pubblicato su BMC Anesthesiology ha evidenziato che ci sono alcuni fattori che determinano la maggiore o minore soddisfazione delle pazienti in caso di parto assistito con analgesia epidurale.

Uno studio appena pubblicato su BMC Anesthesiology ha evidenziato che ci sono alcuni fattori che determinano la maggiore o minore soddisfazione delle pazienti in caso di parto assistito con analgesia epidurale.

L'analgesia epidurale è una scelta molto diffusa per il sollievo dal dolore del travaglio. La soddisfazione delle pazienti è un risultato importante non solo per esse stesse ma può influenzare anche la salute del bambino. Tuttavia, vi sono prove limitate delle correlazioni tra determinanti clinici e soddisfazione della paziente.

L’obiettivo di questo studio è stato quello di studiare le covariate cliniche associate a una bassa soddisfazione della paziente nelle donne che hanno ricevuto analgesia neuroassiale durante il parto.
Questo studio di coorte retrospettivo è stato condotto utilizzando record elettronici e corrispondenti a 10.170 partorienti che avevano ricevuto analgesia neuroassiale tra gennaio 2012 e dicembre 2013 nel KK Women and Children's Hospital di Singapore.

Sono stati raccolti dati demografici, ostetrici e anestetici. I punteggi di soddisfazione del paziente sull'analgesia neuroassiale per il travaglio sono stati riportati dalla partoriente 24-48 ore dopo il parto durante il ciclo post-epidurale condotto dall'infermiere.

Le partorienti sono stati stratificati in una delle tre categorie in base ai punteggi di soddisfazione. Sono stati usati modelli di regressione logistica ordinale per identificare potenziali covariate di insoddisfazione della paziente.
Sono stati inclusi nello studio 10.146 partorienti, di cui 3230 (31,8%) erano "non soddisfatte", 3646 (35,9%) erano "soddisfatte" e 3270 (32,2%) erano "molto soddisfatte".

L'analisi di regressione logistica ordinale multivariata ha mostrato che il parto vaginale strumentalmente assistito (p=0.0007), il punteggio del dolore post-epidurale più alto (p=0.0016), il ricevere il catetere epidurale in maniera reiterata (p <0,0001), ricevere l’analgesia neuroassiale ad una dilatazione cervicale più avanzata (p=0,0443), il parto multiplo (p=0,0039) e il mal di testa post-procedura (p=0,0006), mal di schiena (p <0,0001), ritenzione urinaria (p=0,0002) e deficit neurale (p=0,0297) sono stati associati all’insoddisfazione delle pazienti.

L’etnia cinese, rispetto ad altre (p=0.0104), avevano maggiori probabilità di essere insoddisfatta.

In conclusione, il nostro studio ha identificato diversi determinanti clinici come fattori indipendenti associati alla bassa soddisfazione del paziente. Queste covariate potrebbero essere utili nello sviluppo di un modello predittivo per rilevare le partorienti a rischio e adottare misure precauzionali tempestive per una migliore soddisfazione del paziente.

Daryl Jian An Tan et al. Investigating Determinants for Patient Satisfaction in Women Receiving Epidural Analgesia for Labour Pain.

leggi