Dolore

Fase I positiva per nuovo cerotto a base di ossimorfone

Phosphagenics, una compagnia biotecnologica australiana specializzata nelle tecniche di drug delivery, ha recentemente annunciato di aver concluso un trial di fase I con un cerotto a base di ossimorfone, documentandone l’efficacia in singola dose nel veicolare il farmaco oppioide analgesico nel circolo sanguigno nel corso delle 72 ore successive la sua applicazione.

“I promettenti risultati ottenuti nello studio di Fase I autorizzano il prosieguo delle attività di sviluppo clinico del prodotto – ha dichiarato il dr. Esra Ogru, CEO di Phosphagenics – per la gestione del dolore cronico sistemico e topico.”

Ossimorfone è una molecola semisintetica 3,5 volte più potente di ossicodone e 7 volte più potente della morfina. Il suo utilizzo in formulazione orale, tuttavia, è complicato in ragione delle interazioni con il cibo e della bassa biodisponibilità orale. Per questi motivi ossimorfone è un candidato ideale per la somministrazione per via transdermica.

I vantaggi di questa via di somministrazione sono molteplici e vanno dall’assenza di un effetto da primo passaggio epatico, alla indipendenza dalla capacità di assorbimento intestinale e dall’assunzione di cibo. La somministrazione transdermica è ideale per i pazienti con difficoltà di deglutizione, consente una lunga durata di azione e, quindi, un limitato numero di somministrazioni e una migliore compliance del paziente.

Phosphagenics conta di condurre un trial multi-dose propedeutico ad un trial di Fase II nella seconda metà dell’anno corrente.

SEZIONE DOWNLOAD