Dolore

Fibromialgia, qual è il suo effetto in soggetti con malattie infiammatorie reumatiche concomitanti?

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su Rheumatology International, potrebbe esserci un'associazione tra fibromialgia comorbida a malattie infiammatorie reumatiche e scarsa risposta ai farmaci biologici. Lo studio evidenzia anche un'associazione tra la presenza di fibromialgia e un aumento dell'attività della malattia reumatica oltre che a una peggiore qualità della vita.

Secondo i risultati di uno studio pubblicato su Rheumatology International, potrebbe esserci un'associazione tra fibromialgia comorbida a malattie infiammatorie reumatiche e scarsa risposta ai farmaci biologici. Lo studio evidenzia anche un’associazione tra la presenza di fibromialgia e un aumento dell'attività della malattia reumatica oltre che a una peggiore qualità della vita.

La fibromialgia è una delle numerose comorbilità che possono accompagnare le malattie infiammatorie reumatiche e in questo caso può interferire con la sintomatologia, l'attività della malattia e il piano di gestione generale.
Lo scopo del presente articolo di revisione era quello di valutare l’effetto della fibromialgia sulla malattia reumatica concomitante, sul peggioramento dei sintomi e sull’effetto dei farmaci specifici.

I ricercatori hanno eseguito una ricerca in letteratura su database come PubMed/MEDLINE, Cochrane e Web of Science per articoli in lingua inglese pubblicati tra il 2014 e il 2019 sulla fibromialgia e le malattie infiammatorie reumatiche nei pazienti adulti.
Sono stati esclusi dallo studio tutti gli articoli sulla malattia giovanile, tra cui meta-analisi, lettere ai redattori, commenti e abstract.
Dagli studi selezionati, i ricercatori hanno estratto quanto segue: prevalenza della fibromialgia nelle malattie reumatiche infiammatorie, effetto della fibromialgia sulla risposta del paziente ai farmaci antireumatici modificanti la malattia biologica (bDMARD), meccanismi di interazione tra bDMARD e fibromialgia ed effetto dei bDMARD sui sintomi della fibromialgia .

I dati della letteratura hanno indicato una maggiore prevalenza di fibromialgia tra i pazienti con malattia infiammatoria reumatica rispetto alla popolazione generale. Le stime sulla prevalenza della fibromialgia variavano significativamente tra gli studi e le percentuali nei pazienti con spondiloartrite erano tra l’11,1% e il 38,4%.

Gli studi che riportano i tassi di prevalenza hanno identificato il sesso femminile, il basso livello di istruzione, una maggiore attività della malattia e un punteggio più elevato di entesite come fattori di rischio significativi per la fibromialgia comorbida.
La fibromialgia era anche associata a una peggiore attività della malattia, a un peggioramento dello stato di salute globale e alla riduzione della qualità della vita.

In 8 studi che hanno valutato la risposta al trattamento, la fibromialgia era un fattore predittivo significativo del mancato raggiungimento della remissione con il trattamento con DMARD e dell'uso aumentato della terapia biologica.
L'influenza della fibromialgia sulla risposta farmacologica è stata principalmente attribuita all'interazione con l'attività della malattia. Numerosi studi hanno messo in evidenza la limitazione delle tradizionali misure di attività della malattia.

La fibromialgia è stata anche associata a neuroinfiammazione periferica e centrale, che può svolgere un ruolo nello stato infiammatorio della malattia reumatica; tuttavia, i dati relativi al contributo della fibromialgia comorbida all'infiammazione complessiva non sono conclusivi.

Alcuni studi hanno indicato che il trattamento con bDMARD può attenuare i sintomi della fibromialgia nei pazienti con malattie reumatiche, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per confermare questi effetti.

Complessivamente, la fibromialgia è emersa come una comorbilità prevalente nei pazienti con malattia reumatica. È stato scoperto che la fibromialgia peggiora l'attività della malattia e la qualità della vita dei pazienti e interferisce con il trattamento farmacologico biologico.

I ricercatori hanno concluso sottolineando che nella pratica clinica quotidiana è molto importante valutare i sintomi e i segni della fibromialgia mentre si gestiscono i pazienti con condizioni reumatiche infiammatorie.

Coskun Benlidayi I. et al.,Fibromyalgia interferes with disease activity and biological therapy response in inflammatory rheumatic diseases. Rheumatol Int. 2020 Jan 3. doi: 10.1007/s00296-019-04506-2.

leggi