Dolore

Fibromialgia, quali differenze tra i due sessi?

Secondo uno studio recentemente pubblicato dalla Mayo Clinic, le uniche differenze osservabili tra uomini e donne con fibromialgia stanno nel numero di tender point ma non in altre caratteristiche o manifestazioni di questa malattia come stanchezza, distubi del sonno e deficit cognitivi. 

Secondo uno studio recentemente pubblicato dalla Mayo Clinic, le uniche differenze osservabili tra uomini e donne con fibromialgia stanno nel numero di tender point ma non in altre caratteristiche o manifestazioni di questa malattia come stanchezza, distubi del sonno e deficit cognitivi.

La fibromialgia (FM) è una sindrome caratterizzata da dolore muscoloscheletrico cronico diffuso che è anche tipicamente accompagnato da stanchezza, disturbi del sonno, deficit cognitivi e comorbidità psichiatriche.
Sebbene la causa della FM non sia chiara, la ricerca suggerisce che squilibri neurochimici nel sistema nervoso centrale possono sensibilizzare o amplificare la percezione del dolore.

È un disturbo prevalente che affligge più di 5 milioni di persone negli Stati Uniti. Inoltre, la FM ha un impatto globale significativo e la prevalenza è segnalata per essere coerente tra le diverse popolazioni nei diversi paesi (2% -8% della popolazione adulta).
La fibromialgia è notevolmente più comune nelle donne che negli uomini, con le donne che comprende circa dall'85% al 95% della popolazione totale di pazienti FM in ambito di studi clinici.

A causa del minor numero di uomini con diagnosi, la ricerca in FM è stata principalmente incentrata sulle donne.
Differenze legate al sesso sono state descritte in: meccanismi del dolore, qualità della vita correlata alla salute (QOL), affaticamento e comorbilità psichiatriche all'interno della popolazione generale.
Tuttavia, studi limitati hanno esaminato le differenze basate sul sesso nella popolazione di pazienti affetti da FM e i risultati fino ad oggi sono controversi e inconcludenti

Alcuni studi riportano sintomi peggiori e risultati clinici in uomini con FM, alcuni riportano esiti peggiori nelle donne con FM e alcuni non riportano differenze.
Queste discrepanze possono essere correlate a eterogeneità sociodemografiche e geografica, difetti metodologici negli studi osservazionali che non controllano potenziali fattori di confusione e mancanza di utilizzo di strumenti convalidati per la valutazione delle misure di esito.

Dato il grado di variabilità nei precedenti risultati dello studio, l'obiettivo di questo studio prospettico basato su un questionario era di esplorare l'associazione tra sesso e vari sintomi ed esiti clinici e psicosociali nella popolazione di pazienti FM.
Similmente a quanto accade nella popolazione generale, gli autori hanno ipotizzato che le donne con FM possano manifestare sintomi clinici ed esiti psicosociali peggiori rispetto agli uomini con FM.

Nell’analisi sono stati inclusi 668 pazienti consecutivi con FM (606 donne) dal 1 maggio 2012 al 30 novembre 2013.
Questionari convalidati hanno valutato gli esiti di depressione (Patient Health Questionario-9), ansia (Disturbo d'ansia generalizzato-7), problemi legati al sonno (Medical Outcomes Study Scala del sonno), gravità dei sintomi della FM (Questionario sull'impatto della fibromialgia rivisto), affaticamento (questionario multidimensionale sulla fatica), disfunzione cognitiva (Questionario di autovalutazione delle abilità multiple) e QOL (Indagine sulla salute in forma abbreviata di 36 voci).

Sono stati utilizzati i test Mann-Whitney U e Pearson c2 non parametrici confrontanti le misure di esito continuo e categoriale, rispettivamente, tra uomini e donne.
Sono stati eseguiti modelli di regressione lineare per tutte le variabili dipendenti continue, adattando età, indice di massa corporea, etnia, stato civile e livello di istruzione più elevato completato; p<0.05 è stato considerato statisticamente significativo.

La procedura Benjamini-Hochberg è stata utilizzata per regolare i confronti multipli.
L’analisi di regressione lineare multipla ha rivelato un'associazione significativa tra sesso femminile e maggiore numero di tender points (TPC, p<0.001), minore gravità complessiva dei sintomi della FM (più basso punteggio generale del Questionario sull'impatto della fibromialgia rivisto; p=0.03) e un punteggio del sottoscala QOL più alto per la vitalità (sottoscala della vitalità del sondaggio sulla salute in forma breve di 36 elementi; p=0.02).

Dopo l'aggiustamento per confronti multipli, solo l'associazione tra sesso femminile e un TPC maggiore è rimasto significativo. Non c'erano differenze legate al sesso nelle caratteristiche demografiche, depressione, ansia, problemi di sonno, gravità dei sintomi FM, disfunzione cognitiva e QOL.

In conclusione, gli autori sottolineano che un numero maggiore di tender points può essere associato al sesso femminile nei pazienti con FM.  Questo studio non supporta ulteriori differenze basate sul sesso nella presentazione clinica della FM.

Jiang Li et al., Sex-Related Differences in Symptoms and Psychosocial Outcomes in Patients With Fibromyalgia: A Prospective Questionnaire Study. Mayo Clin Proc Innov Qual Outcomes. 2020 Dec 10;4(6):767-774. doi: 10.1016/j.mayocpiqo.2020.06.009. eCollection 2020 Dec.

leggi


SEZIONE DOWNLOAD