Ibuprofene nel dolore postoperatorio, efficace e sicuro nel paziente a riposo e in movimento

Dolore

La somministrazione endovenosa (IV) perioperatoria di ibuprofene ha dimostrato efficacia e sicurezza nel controllare il dolore postoperatorio in pazienti sottoposti a interventi ortopedici o di chirurgia addominale. E' quanto mostrato dai risultati di uno studio pubblicato su PLOSone.

La somministrazione endovenosa (IV) perioperatoria di ibuprofene ha dimostrato efficacia e sicurezza nel controllare il dolore postoperatorio in pazienti sottoposti a interventi ortopedici o di chirurgia addominale. E’ quanto mostrato dai risultati di uno studio pubblicato su PLOSone.
I farmaci antinfiammatori non steroidei sono spesso utilizzati come componenti di una terapia multimodale per la gestione del dolore post-operatorio, ma il loro uso è al momento limitato dagli effetti collaterali.
L'obiettivo specifico di questo studio è stato quello di valutare l'efficacia e la sicurezza di una nuova formulazione per via endovenosa (IV) di ibuprofene per la gestione del dolore postoperatorio in una popolazione europea.
A tal fine sono stati reclutati 206 pazienti da un intervento chirurgico addominale e da uno ortopedico. Tutti i soggetti sono stati assegnati in modo casuale, in rapporto 1: 1, a ricevere 800 mg IV-ibuprofene o placebo ogni 6 ore.
Tutti i pazienti avevano accesso alla morfina tramite una pompa di analgesia controllata dal paziente. 
L'outcome primario dello studio era il consumo mediano di morfina entro le prime 24 ore dopo l'intervento. 
I risultati hanno mostrato che la media ± deviazione standard dei quantitativi di morfina richiesti si è ridotto da 29,8 ± 5,25 mg a 14,22 ± 3,23 mg (p=0,015).
E’ stata evidenziata anche  una diminuzione del dolore a riposo (p=0,02) misurato secondo la scala analogica visiva (VAS) dalla media ± SD di 3,34 ± 0,35 a 0,86 ± 0,24.
Anche il dolore durante il movimento ha avuto una diminuzione (p=0,02) da 4,32 ± 0,36 a 1,90 ± 0,30 nel braccio di trattamento ibuprofene, mentre nel gruppo placebo il punteggio VAS a riposo variava da 4,68 ± 0,40 a 2,12 ± 0,42 e durante il movimento la variazione andava da 5,66 ± 0,42 a 3,38 ± 0,44. 
Eventi avversi possibilmente legati al trattamento si sono verificati in entrambi i gruppi di studio e non vi era alcuna differenza nell'incidenza complessiva di questi eventi.
In conclusione,  la somministrazione perioperatoria di IV-Ibuprofene alla dose di 800 mg ogni 6 ore nel paziente sottoposto a chirurgia addominale, riduce i quantitativi  di morfina richiesti e il punteggio del dolore.
Inoltre ibuprofene-IV è sicuro e ben tollerato; di conseguenza, hanno sottolineato gli autori: “riteniamo opportuno che i protocolli per la gestione del dolore postoperatorio includano Ibuprofene-IV 800 mg ogni 6 ore come opzione da offrire ai pazienti per un beneficio analgesico, riducendo potenzialmente i rischi connessi con il consumo di morfina.
Gago Martínez A. et al. Intravenous Ibuprofen for Treatment of Post-Operative Pain: A Multicenter, Double Blind, Placebo-Controlled, Randomized Clinical Trial. PLoS One. 2016 May 6;11(5):e0154004. doi: 10.1371/journal.pone.0154004. eCollection 2016.
leggi

SEZIONE DOWNLOAD