Idrocodone bitartrato a rilascio prolungato, efficace e sicuro contro il dolore cronico

Dolore
La formulazione a rilascio prolungato di idrocodone bitartrato è generalmente sicura, ben tollerata ed efficace nel ridurre il dolore cronico per 48 settimane.

Questo importante dato è stato pubblicato recentemente su Journal of Pain Research.
Il dolore cronico è inizialmente trattato con farmaci non oppioidi come il paracetamolo o l’ibuprofene. Se il dolore persiste, il trattamento può progredire verso gli oppioidi: ad esempio, ossicodone, morfina, o idrocodone (HC).

HC a rilascio immediato è simile in potenza all’ossicodone e alla morfina e meno potente dell’idromorfone e del fentanyl. Tuttavia, alcuni pazienti che non hanno raggiunto un adeguato sollievo dal dolore possono richiedere alte dosi di HC, che però sono anche associate a tossicità e  la componente non oppiacea può limitare la dose totale giornaliera nelle eventuali formulazioni in combinazione (soprattutto con paracetamolo). Il paracetamolo dal canto suo è associato a tossicità epatica e l’ibuprofene è associato a maggiori rischi di gravi eventi avversi cardiovascolari e gastrointestinali (AES).

L’idrocodone bitartrato a rilascio prolungato è la prima formulazione singola ER (extended release) che l’ente statunitense Fda ha approvato specificamente e sviluppato per la gestione del dolore cronico severo che richieda un trattamento durante l’arco di tutta la giornata, che richiedono un trattamento con oppioidi a lungo termine e per i quali le opzioni di trattamento alternative sono inadequate.

Uno studio clinico della durata di 9-12 settimane, randomizzato, controllato con placebo su l’HC-ER ha già dimostrato che questa formulazione consente sollievo dal dolore in maniera significativamente migliore del placebo in pazienti in trattamento con oppioidi per il mal di schiena cronico.

Lo studio ha avuto come obiettivi la sicurezza a lungo termine, la tollerabilità e l'efficacia dell’ HC-ER in soggetti che già prendevano oppiacei e con dolore cronico da moderato a grave ma che non avevano raggiunto un adeguato sollievo dal dolore attraverso il loro attuale trattamento con oppioidi.
Lo studio è iniziato con una fase di conversione/titolazione (6 settimane) in cui i soggetti (n=638) sono stati trattati con dosi individuali (range 20-300 mg) di idrocodone a rilascio prolungato dosato ogni 12 ore, seguita da una fase di mantenimento di 48 settimane (n=424).

L'obiettivo primario (la sicurezza e la tollerabilità) e l'obiettivo secondario (efficacia a lungo termine, come misurato dal cambiamento nel punteggio medio del dolore; 0=nessun dolore, 10=peggior dolore immaginabile) sono stati monitorati durante lo studio.
I soggetti sono stati trattati per una serie di eziologie di dolore cronico, tra cui l'osteoartrite, dolore lombare,  neuropatico e disturbi muscolo-scheletrici.

La dose media equivalente di idrocodone allo screening era 68,9 ± 62,2 mg / giorno e aumentata a 139,5 ± 81,7 mg / giorno all'inizio della fase di manutenzione. Aggiustamenti della dose illimitati sono stati autorizzati a discrezione dello sperimentatore durante la fase di mantenimento, che riflette la tipica pratica clinica.

Non sono stati segnalati problemi di sicurezza imprevisti. Gli eventi avversi più comuni durante le fasi di conversione / titolazione e di manutenzione, rispettivamente, sono stati stitichezza (11,3% e 12,5%), nausea (10,7% e 9,9%), vomito (4,1% e 9,7%), e sonnolenza (7,7% e 4,2% ). Quattro decessi si sono verificati durante lo studio; tutti sono stati considerati non correlati al trattamento. Un soggetto è morto 13 mesi dopo che lo studio si è concluso.

Il risultato più importante è che nel periodo tra l’inizio dello screening e l’inizio della fase di mantenimento, l’84% dei soggetti ha avuto un miglioramento clinicamente significativo del dolore (≤ 30% di miglioramento), e i punteggi del dolore medi sono rimasti stabili fino alla fase di mantenimento. Il 61% dei soggetti ha avuto miglioramenti di almeno il 50%.

Alla fine dello studio, il 55% ha avuto più del  30% di miglioramento sul punteggio medio del dolore dall’inizio dello screening e il 40% ha avuto più del 50% di miglioramento. Ci sono stati miglioramenti anche nei punteggi relativi all’ansia e alla depressione.
In conclusione,  la formulazione a rilascio prolungato di idrocodone è generalmente sicura, ben tollerata ed efficace nel ridurre il dolore cronico per 48 settimane. Questa formulazione offre una nuova opzione per i pazienti con dolore cronico, in particolare quelli che stanno prendendo idrocodone a rilascio immediato e hanno preoccupazioni circa la tossicità epatica a causa del paracetamolo.

Emilia Vaccaro


Nalamachu S. et al. A long-term, open-label safety study of single-entity hydrocodone bitartrate extended release for the treatment of moderate to severe chronic pain. J Pain Res. 2014 Nov 21;7:669-78. doi: 10.2147/JPR.S71536. eCollection 2014.
leggi

SEZIONE DOWNLOAD