Dolore

Interventi chirurgici "a cielo aperto", il paracetamolo diminuisce il ricorso agli oppioidi

Uno studio pubblicato su The Journal of Surgical Research ha evidenziato che il paracetamolo intravenoso (IV) puņ essere vantaggioso negli interventi chirurgici "a cielo aperto" e i farmaci antinfiammatori non steroidei possono diminuire la richiesta di narcotici nelle 24 ore.

Uno studio pubblicato su The Journal of Surgical Research ha evidenziato che il paracetamolo intravenoso (IV) può essere vantaggioso negli interventi chirurgici “a cielo aperto” e i farmaci antinfiammatori non steroidei possono diminuire la richiesta di narcotici nelle 24 ore.

l dolore dopo l'intervento chirurgico è comunemente controllato con farmaci antidolorifici oppioidi.
Gli autori dello studio sono partiti dal presupposto che una strategia di dolore multimodale comprendente anche l’utilizzo del paracetamolo possa aiutare a minimizzare le conseguenze negative degli oppioidi, come disfunzione intestinale, depressione respiratoria e potenziale di dipendenza. Ci sono dati limitati sull'efficacia del paracetamolo per via endovenosa (IV) rispetto ad altri farmaci antidolorifici non oppioidi.

Per tale motivo i ricercatori del Medical College of Wisconsin, Milwaukee, Wisconsin (USA) hanno analizzato quattro database cercando come parole chiave "paracetamolo", "endovenoso" e "postoperatorio".

Sono stati considerati tutti gli studi prospettici su pazienti adulti che avevano ricevuto almeno 24 ore di paracetamolo IV dopo chirurgia intra-addominale; l’attenzione era puntata sui punteggio relativi al dolore a 12 e 24 ore e sul consumo di narcotici nelle 24 ore.

E’ stato eseguito un modello a effetti casuali utilizzando differenze medie e intervalli di confidenza al 95% per valutare l'effetto del paracetamolo IV sui risultati.
Sono stati identificati diciassette articoli conformi ai criteri di inclusione ed esclusione.
L’analisi dei dati ha mostrato che non c'era alcuna differenza significativa nei punteggi del dolore a 24 ore tra paracetamolo IV e qualsiasi altro comparatore, o in endpoint secondari di punteggi del dolore nelle 12 ore e consumo di narcotici nelle 24 ore.

L'analisi per sottogruppi ha dimostrato un beneficio significativo apportato dal paracetamolo IV nei pazienti sottoposti a interventi chirurgici “a cielo aperto” con consumo di narcotici diminuito nelle 24 ore.
Analizzando i singoli farmaci, i farmaci antinfiammatori non steroidei hanno dimostrato la maggiore riduzione del consumo di narcotici nelle 24 ore. I dati erano di qualità moderata e hanno dimostrato una significativa eterogeneità tra gli studi.

La mancanza di differenze significative negli endpoint primari può essere spiegata dai dati eterogenei e di qualità moderata.

Tuttavia, come concludono gli autori, l’analisi per sottogruppi suggeriscono che il paracetamolo IV può essere vantaggioso negli interventi chirurgici aperti e i farmaci antinfiammatori non steroidei possono abbassare il requisito di narcotici nelle 24 ore.

Blank JJ et al., The impact of intravenous acetaminophen on pain after abdominal surgery: a meta-analysis. J Surg Res. 2018 Jul;227:234-245. doi: 10.1016/j.jss.2018.02.032. Epub 2018 Mar 23.

leggi