Dolore

Ischemia critica degli arti, lidocaina superiore alla morfina nella lotta al dolore

La lidocaina per via endovenosa (IV) è superiore alla morfina (IV) nell’alleviare il dolore causato dall’ ischemia critica degli arti. Questo è quanto dimostrato in uno studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo condotto in Iran e pubblicato sulla rivista Emergency Medicine Journal.

L’ischemia critica degli arti è un’ischemia che coinvolge un arto o parte di esso producendo un dolore persistente che richiede l’utilizzo regolare di analgesici per più di due settimane.

La lidocaina IV ha dimostrato di alleviare il dolore centrale e viscerale in una varietà di problematiche, come nevralgia del trigemino, neuroma, lesioni del midollo spinale e lesioni dei nervi periferici, ma non era mai stata testata nell’ ischemia degli arti.

Questo studio clinico randomizzato è stato condotto su pazienti con ischemia critica degli arti reclutati tra ottobre 2012 e dicembre 2013 nel dipartimento di emergenza dell’Ospedale Shariati di Tehran. Lo studio ha confrontato gli effetti sul dolore di 2 mg/kg di lidocaina IV rispetto a 0.1 mg/kg IV di morfina in 40 pazienti. I ricercatori hanno valutato i punteggi del dolore sulla scala analogica visiva (VAS, da 0 a 10) prima e 15 e 30 minuti dopo l'infusione. Ogni gruppo era formato da 20 pazienti.

Prima dell'infusione, i punteggi medi VAS sono risultati simili nei due gruppi (7.50 nel gruppo lidocaina e 7.65 nel gruppo morfina).
Quindici minuti dopo l'infusione, il punteggio medio VAS era significativamente più bassa nel gruppo lidocaina che nel gruppo morfina ((5.75±1.77 vs 7.00±1.83; 95% CI 0.095-2.405).
Lo stesso è accaduto a 30 minuti, il punteggio medio VAS era 4.25±1.48  nel gruppo lidocaina contro 6.50 ±1.73 nel gruppo morfina. (95% CI 1.218-3.282)

Il Dr. Morteza Saeedi del Shariati Hospital e dell'Università di Teheran, autore dello studio, ha dichiarato: "L’ischemia degli arti è una condizione dolorosa in cui il controllo permanente del dolore viene raggiunto solo dopo l'intervento chirurgico e in caso di ischemia reversibile. Nel periodo che precede l’intervento chirurgico per far fronte al dolore, i medici di solito prescrivono oppioidi, ma questi farmaci non hanno abbastanza effetto nella gestione del dolore in questa categoria di pazienti. La lidocaina per via endovenosa ha un effetto significativo nel controllo del dolore in questi casi e i pazienti potrebbero sperimentare periodi senza dolore prima della chirurgia".

I ricercatori hanno evidenziato che: "Un limite del nostro studio è che la lidocaina non è stato consegnata attraverso un’infusione assistita da computer (CAI), quindi non siamo in grado di determinare il livello plasmatico in cui si è verificata l'analgesia.”

Non sono state comunque osservate differenze significative tra i gruppi di pressione sistolica o diastolica, saturazione di ossigeno o di impulsi in qualsiasi momento dello studio e l'ECG è rimasta inalterata durante e dopo l'infusione.

Nel gruppo trattato con lidocaina, non sono stati osservati effetti collaterali come intorpidimento periorale, nausea o sensazione di testa vuota e non sono state osservate gravi complicazioni quali ipotensione, arresto respiratorio o aritmia cardiaca.  Anche nei pazienti trattati con morfina non si sono verificati effetti collaterali o complicazioni.

I ricercatori hanno pero’ sottolineato che la dimensione del campione non era sufficiente a rilevare gli eventi avversi e quindi sono necessari ulteriori studi con campioni di dimensioni più grandi e con un follow up più lungo per identificare gli eventi avversi dovuti alla lidocaina IV.

Nonostante queste limitazioni, questo studio dimostra che la lidocaina IV è efficace nell’alleviare il dolore nei pazienti con ischemia critica degli arti.

In conclusione, i ricercatori hanno affermato: "Dal momento che questo studio ha incluso pazienti di tutte le età e di entrambi i sessi, si può affermare che, sotto la sua dose tossica, la lidocaina sembra essere un farmaco sicuro con effetti collaterali limitati che può essere considerato come uno dei farmaci efficaci per il dolore ischemico in condizioni di emergenza. Questa molecola, rispetto ai narcotici, può generare uno stato analgesico più veloce ed efficiente senza ulteriore necessità di ripetere i narcotici frequentemente ".

Emilia Vaccaro

Vahidi E. et al. Comparison of intravenous lidocaine versus morphine in alleviating pain in patients with critical limb ischaemia. Emerg Med J doi:10.1136/emermed-2014-203944
leggi

SEZIONE DOWNLOAD