Lombalgia con o senza sciatica, i farmaci biologici funzionano come analgesici?

I trattamenti a base di farmaci anticitocine (anti-TNF e anti-NGF) hanno un'efficacia limitata nei pazienti con lombalgia cronica con o senza sciatica. Tuttavia, potrebbe essere necessario eseguire studi più ampi e meglio progettati in sottopopolazioni di pazienti specifici. E' quanto riporta una revisione della letteratura pubblicata su Pain Medicine.

I trattamenti a base di farmaci anticitocine (anti-TNF e anti-NGF) hanno un'efficacia limitata nei pazienti con lombalgia cronica con o senza sciatica. Tuttavia, potrebbe essere necessario eseguire studi più ampi e meglio progettati in sottopopolazioni di pazienti specifici. E’ quanto riporta una revisione della letteratura pubblicata su Pain Medicine.

La lombalgia (LBP) con o senza dolore radicolare alle gambe  (cioè la sciatica) è un problema di salute comune a livello globale. Il 39% della popolazione generale avrà almeno un episodio di LBP nella sua vita.

Il termine sciatica è usato per descrivere una condizione dolorosa della gamba, clinicamente presumibilmente derivante dalla patologia della colonna lombare e che produce compressione nervosa e / o infiammazione lombosacrale.

La compressione deriva più comunemente dal prolasso di un disco intervertebrale (IVD) o da una degenerazione stenotica all'uscita foramina del canale spinale e l’infiammazione
deriva dal rilascio di contenuti dall’IVD pro-infiammatori o secondari alla compressione delle radici nervose.
Anche se meno comune rispetto all’ LBP e più spesso sensibile al trattamento, lascia anche un carico significativo di cronicità

Esperimenti su modelli animali hanno dimostrato che il nucleo polposo esercita proprietà infiammatorie significative, con conseguente produzione anomala di citochine proinfiammatorie, amplificazione delle risposte infiammatorie e reclutamento di cellule immunitarie sul disco che sono fortemente coinvolti nella generazione del dolore.

Progressi nella ricerca sperimentale e clinica hanno portato allo sviluppo del targeting per agenti biologici citochine specifiche nel potenziamento e nella propagazione del dolore
nella LBP.

Gli obiettivi più comuni sono di gran lunga il fattore di necrosi tumorale (TNF), il fattore di crescita nervosa (NGF) e l'interleuchina-1 (IL-1).

Il TNF-alfa è un mediatore infiammatorio importante che irrita e danneggia le radici nervose.

Gli studi ad oggi su TNF-alfa e NGF si sono concentrati sulla malattia autoimmune sistemica e sull'osteoartrosi, rispettivamente, ma la presenza di processi infiammatori nella lombalgia e nella sciatica hanno portato gli autori di questo studio a rivedere la letteratura in queste aree e discutere le attuali conoscenze sull'uso degli anti-TNF e anti-NGF per la gestione dell’ LBP con o senza sciatica

E’ stata, dunque, condotta una revisione della letteratura di studi incentrati sull’uso di agenti biologici per la gestione della lombalgia e della sciatica.

Gli autori hanno eseguito una ricerca bibliografica attraverso i database Medline ed Embase. È stata inoltre eseguita una ricerca manuale di elenchi di riferimento di studi pertinenti.

Gli studi osservazionali selezionati hanno mostrato che l'inibizione del TNF-a riduce il dolore e migliora la funzione mentre l’analisi di studi randomizzati controllati e una meta-analisi non sono riusciti a dimostrare la superiorità degli anti-TNF-a rispetto al placebo in questo senso.

Gli anti-TNF-a, tuttavia, hanno ridotto il rischio di essere sottoposti a procedure invasive come discectomia e blocco radicolare nei casi di sciatica.

Al contrario, studi controllati hanno mostrato una moderata riduzione del dolore e un lieve miglioramento funzionale con la somministrazione di anti-NGF, ma il profilo degli effetti collaterali degli anti-NGF era sfavorevole rispetto al placebo.

In conclusione, complessivamente i trattamenti con anticitocine hanno un'efficacia limitata nei pazienti con lombalgia cronica con o senza sciatica. Tuttavia, potrebbe essere necessario eseguire studi più ampi e meglio progettati in sottopopolazioni di pazienti specifici.

La lombalgia è particolarmente invalidante nei pazienti più giovani. Questo gruppo rappresenta quindi una potenziale popolazione target per indagare sull'efficacia delle terapie anticitociniche, in particolare laddove sono fallite altre strategie di gestione farmacologica e non farmacologica.

Dimitroulas T et al., Biologic Drugs as Analgesics for the Management of Low Back Pain and Sciatica. Pain Med. 2018 Dec 20. doi: 10.1093/pm/pny214.

leggi