Dolore

Lombalgia moderata-grave, ossicodone/naloxone vince nel migliorare la qualità della vita e lo stato di salute

Alzi la mano chi non ha mai sofferto di mal di schiena o non ha in casa qualcuno che ne soffre. Un recente studio, pubblicato sulla rivista International Journal of General Medicine, ha evidenziato che il trattamento con morfina, ossicodone, o ossicodone/naloxone nella pratica clinica quotidiana migliora significativamente lo stato di salute e la qualità della vita dei pazienti con lombalgia moderata-grave nel corso di un periodo di trattamento di 12 settimane. Il trattamento con ossicodone/naloxone ha comportato risultati migliori delle altre due opzioni.

Alzi la mano chi non ha mai sofferto di mal di schiena o non ha in casa qualcuno che ne soffre. Un recente studio, pubblicato sulla rivista International Journal of General Medicine, ha evidenziato che il trattamento con morfina, ossicodone, o ossicodone/naloxone nella pratica clinica quotidiana migliora significativamente lo stato di salute e la qualità della vita dei pazienti con lombalgia moderata-grave nel corso di un periodo di trattamento di 12 settimane. Il trattamento con ossicodone/naloxone ha comportato risultati migliori delle altre due opzioni.
Il mal di schiena o low back pain (LBP) colpisce circa il 40% delle persone ad un certo punto della loro vita. Frequenti comorbidità sono la depressione, l’ansia, disturbi del sonno che incidono marcatamente sulla qualità della vita.
E’ necessario un approccio multimodale in quanto, tale tipo di dolore, comprende sia una componente nocicettiva che neuropatica.
Lo studio è stato realizzato da ricercatori tedeschi i quali precisano nel lavoro che le linee guida tedesche dell’associazione per lo studio del dolore raccomandano come terapia farmacologica il paracetamolo, il metamidazolo e farmaci antinfiammatori non steroidei come prima linea di trattamento seguiti da trattamenti individualizzati per chi non risponde a questi oltre agli oppioidi deboli e forti nei casi in cui il dolore è di tipo severo senza preferenze tra uno o un altro oppioide.
Questo studio aveva l’obiettivo di confrontare nella vita reale i benefici generati dal trattamento con ossicodone/naloxone rispetto alla terapia oppioide convenzionale.
Lo studio ha coinvolto 88 centri medici tedeschi, è stato di tipo prospettico, randomizzato, della durata di 12 settimane.
Sono stati, quindi, considerati un totale di 901 pazienti che richiedevano un trattamento del dolore (nelle 24 ore) con un oppioide del gruppo III secondo le linee guida dell’OMS.
I pazienti sono stati randomizzati a morfina, ossicodone, o ossicodone/naloxone (1: 1: 1).
 Le modifiche dal basale alla settimana 12 in termini di qualità della vita sono state valutate utilizzando diversi strumenti (questionari) validati (EuroQoL-5 Dimensioni [EQ-5D], Short Form 12 [SF-12], quality of life impairment by pain inventory [Qlip]).
I risultati hanno mostrato che il punteggio EQ-5D è migliorato significativamente durante il periodo di trattamento di 12 settimane con tutti e tre gli oppioidi (p< 0.001) con miglioramenti significativamente maggiori con la terapia a base di ossicodone/naloxone (65,2% vs 49,6% per l'ossicodone e 48,2% per la morfina, p<0,001).
EQ-5D viene in genere utilizzato per valutare lo stato di salute del paziente secondo 5 dimensioni: mobilità, cura di sé, attività usuali, dolore/fastidio, ansia/depressione.
Sebbene la qualità della vita valutata attraverso il punteggio QLIP, che tiene conto della durata del sonno, della tipologia di dolore, delle variazioni nell’umore ha mostrato miglioramenti significativi in tutti e tre i bracci di trattamento, i miglioramenti erano significativamente superiori in seguito alla terapia con ossicodone/naloxone rispetto al solo ossicodone e alla morfina (p< 0.001): il 90,7% di tutti i pazienti trattati con ossicodone/naloxone hanno raggiunto almeno il 30% di miglioramento della qualità della vita, il 72,8% ha raggiunto almeno il 50% e il 33,2% miglioramenti superiori al 70%.
Allo stesso modo, i punteggi SF-12 sia per quanto concerne le componenti fisiche che mentali hanno mostrato in modo significativo maggiori miglioramenti con il trattamento a base di ossicodone/naloxone dopo 12 settimane.
In conclusione, il trattamento con morfina, ossicodone, o ossicodone/naloxone in condizioni di pratica clinica routinaria hanno migliorato in modo significativo lo stato di salute e la qualità della vita dei pazienti con lombalgia moderata-grave nel corso di un periodo di trattamento di 12 settimane. Il confronto tra i gruppi di trattamento hanno mostrato miglioramenti significativamente maggiori nei pazienti trattai con ossicodone/naloxone rispetto agli altri due oppioidi.
Emilia Vaccaro


Ueberall MA et al. Quality of life under oxycodone/naloxone, oxycodone, or morphine treatment for chronic low back pain in routine clinical practice. Int J Gen Med. 2016 Feb 24;9:39-51. doi: 10.2147/IJGM.S94685. eCollection 2016.
leggi


SEZIONE DOWNLOAD