La Regione Lombardia ha recepito i criteri di accreditamento delle strutture di terapia del dolore, in accordo con l'intesa raggiunta nella Conferenza Stato-Regioni del 25 luglio 2012. Lo ha reso noto Nopain Onlus, precisando che verranno così attivati sul territorio regionale Centri di Terapia del Dolore di Secondo Livello (Centri Hub) e Centri di Terapia del Dolore di Primo Livello (Centri Spoke).

I primi, spiega l'associazione - dovranno garantire la gestione del dolore attraverso un approccio interdisciplinare per le patologie complesse, sia con team dedicati (specialisti in anestesia e rianimazione, infermieri e psicologi) che con rete di consulenze. I secondi dovranno garantire l'erogazione di tutte le prestazioni di terapia del dolore previste in regime ambulatoriale con la presenza di almeno un anestesista rianimatore e un infermiere esperto.

"Finalmente un grande passo avanti è stato fatto – afferma Paolo Notaro, presidente di NOPAIN Onlus e Responsabile della Struttura di Terapia del Dolore dell'Ospedale Niguarda Ca Granda di Mlano - I principi della legge 38/10 stanno pian pano per essere applicati e implementati. La definizione dei requisiti minimi e delle modalità organizzative necessarie per l'accreditamento delle strutture di terapia del dolore agevola l'orientamento delle persone bisognose di cura e favorisce la creazione di percorsi di cura ed assistenziali specifici", oltre a portare anche ad una riduzione dei costi sociali complessivi. (Ansa).