Negli adolescenti il mal di schiena è correlato con l'uso di sostanze dannose e salute mentale

Gli adolescenti che soffrono di frequenti dolori alla schiena sono anche più propensi a fumare sigarette, bere alcolici e segnalare problemi come ansia e depressione. L'uso di sostanze dannose durante lo sviluppo può avere un impatto sulla salute sia fisica che mentale in età adulta. Lo dice uno recente studio australiano pubblicato sul Journal of Public Health.

Gli adolescenti che soffrono di frequenti dolori alla schiena sono anche più propensi a fumare sigarette, bere alcolici e segnalare problemi come ansia e depressione. L’uso di sostanze dannose durante lo sviluppo può avere un impatto sulla salute sia fisica che mentale in età adulta. Lo dice uno recente studio australiano pubblicato sul Journal of Public Health.

«Durante l'adolescenza, la prevalenza del dolore muscoloscheletrico in generale, e il mal di schiena in particolare, aumenta vertiginosamente», scrivono Steven Kamper, dell’Università di Sidney, Australia e colleghi. «Anche se spesso viene considerato un problema di poca importanza e di breve durata, il mal di schiena adolescenziale è responsabile di un uso sostanziale dell'assistenza sanitaria, dell'assenza scolastica e dell'interferenza con le attività quotidiane in alcuni bambini».

Il team di ricerca dietro il nuovo studio ha evidenziato l'aumento del rischio di uso di sostanze dannose come alcol e fumo come una grave minaccia per il benessere.
L’alcol ha una forte influenza sui pazienti di tutte l’età, ma il cervello dell'adolescente è particolarmente vulnerabile in quanto è ancora in via di sviluppo. Il fumo, tra i vari effetti negativi, influisce anche sulla salute fisica e questo potrebbe potenzialmente intensificare le forme di dolore cronico e mantenere questi soggetti bloccati in questo circolo vizioso.

Correlazione tra sostanze tossiche e dolore
I ricercatori hanno utilizzato i dati raccolti da circa 6.500 adolescenti australiani. La proporzione di partecipanti che segnalavano di fumare, bere e di non andare a scuola aumentava di pari passo con l'aumento della frequenza del dolore.

Per esempio, i 14-15enni che soffrivano di dolore più di una volta alla settimana avevano 2-3 volte più probabilità di aver bevuto alcolici o aver fumati nell'ultimo mese rispetto a quelli con dolore raro o assente.
Allo stesso modo, gli studenti che hanno provato dolore più di una volta alla settimana avevano circa il doppio delle probabilità di perdere la scuola nel periodo precedente. Questi dati indicano che il mal di schiena fa parte di un quadro più ampio di rischio per la salute.

La propensione all’ansia e alla depressione era meno chiara, sebbene ci fosse una marcata differenza tra i bambini che non avevano riportato dolore e quelli che riferivano di soffrirne frequentemente.

Secondo gli autori esistono numerose possibili spiegazioni per la correlazione tra il dolore e i fattori di rischio per la salute. L'uso del tabacco può aumentare il dolore attraverso processi fisiologici pro-infiammatori e vasocostrizione. Viceversa il dolore può spingere gli adolescenti a ricercare gli effetti analgesici di alcune sostanze, come avviene negli adulti. Allo stesso modo l'ansia o la depressione potrebbero essere una conseguenza del dolore frequente o favorirlo attraverso processi comportamentali o cognitivi. Infine anche fattori socioeconomici o genetici possono contribuire alla sviluppo di problemi psicologici e dolore.

Conseguenze anche in età adulta
Il mal di schiena e i comportamenti non salutari non solo sono correlati, ma continuano anche nell'età adulta. Quindi hanno un impatto sulle condizioni attuali e implicazioni per la salute futura. Il mal di schiena adolescenziale può avere un ruolo nel determinare la cattiva salute generale e il rischio di malattie croniche per tutta la vita. I ricercatori coinvolti nello studio lo ritengono un motivo di preoccupazione, dal momento che «il cervello in via di sviluppo può essere suscettibile alle influenze negative delle sostanze tossiche e il loro uso nella prima adolescenza può aumentarne il rischio di abuso e causare problemi di salute mentale in età avanzata».

«Risultati come questo suggeriscono che dovremmo includere il dolore nelle valutazioni sulla salute degli adolescenti», concludono gli autori. «Sfortunatamente la nostra comprensione delle cause e degli effetti del dolore in questa fascia di età è piuttosto limitata, ed è un ambito in cui è necessario effettuare ricerche più approfondite».

Bibliografia

Kamper SJ et al. Back pain, mental health and substance use are associated in adolescents. Am J Transplant. 2018 May 23

Leggi