Dolore

Oppioidi, uso prolungato collegato a rischio depressione

Il rischio di sviluppare depressione nelle persone che utilizzano oppioidi per lungo tempo può essere fino a due volte superiore rispetto a chi li utilizza per brevi periodi. Questo è quanto pubblicato sulla rivista Annals of Family Medicine, in cui gli autori mostrano come, al di là della depressione intrinsecamente associata al dolore cronico, esiste un legame tra la depressione e gli oppioidi se usati per molto tempo ma tale collegamento non dipende dalla dose utilizzata. Analoghi risultati sono stati ottenuti da altri due studi recenti pubblicati su Pharmacoepidemiology and Drug Safety e su Journal of Pain.

Il rischio di sviluppare depressione nelle persone che utilizzano oppioidi per lungo tempo può essere fino a due volte superiore rispetto a chi li utilizza per brevi periodi. Questo è quanto pubblicato sulla rivista Annals of Family Medicine, in cui gli autori mostrano come, al di là della depressione intrinsecamente associata al dolore cronico, esiste un legame tra la depressione e gli oppioidi se usati per molto tempo ma tale collegamento non dipende dalla dose utilizzata. Analoghi risultati sono stati ottenuti da altri due studi recenti pubblicati su Pharmacoepidemiology and Drug Safety e su Journal of Pain.

Dati recenti derivanti da studi clinici suggeriscono che l’aumento del rischio di depressione di nuova insorgenza va in parallelo all’aumentato utilizzo di analgesici oppiacei. Non è chiaro però se l’insorgenza di depressione correlata al consumo di tali farmaci sia funzione della dose prescritta o della durata di utilizzo o di entrambi.

Per chiarire questo aspetto, ricercatori della Saint Louis University School of Medicine, della University of Washington, del Baylor Scott & White Health and Central Texas Veterans Health Care System hanno esaminato i dati di outcome derivanti da decine di migliaia di pazienti che erano stati trattati in uno ospedale della Veterans Affairs (VHA) e in due ospedali privati (Baylor Scott & White Health (BSWH) e Henry Ford Health System (HFHS).

I pazienti (70,997 pazienti della VHA, 13.777 della BSWH, e 22,981 della HFHS) erano nuovi consumatori di oppiacei, di età compresa tra 18 e 80 anni, senza una diagnosi di depressione al basale.
La durata d’uso degli analgesici oppioidi è stata divisa in tre gruppi da 1 a 30 giorni, da 31 a 90 e più di 90 giorni, e la dose equivalente di morfina (MED) è stata definita come da 1 a 50 mg/d, da 51 a 100 mg/d, e maggiore di 100 mg/d dell'analgesico.

L’analisi statistica ha tenuto conto del dolore e di altri potenziali fattori confondenti.

I risultati hanno mostrato che la depressione di nuova insorgenza dopo l'uso analgesico oppiaceo si era verificata nel 12% del campione VHA, nel 9% del campione BSWH e nell’11% del campione HFHS.

Tra i soggetti che avevano usato tali farmaci da 1 a 30 giorni, la depressione di nuova insorgenza era maggiore in quelli che lo avevano usato per più tempo rispetto a chi lo aveva usato per pochi giorni.
Il rischio di depressione di nuova insorgenza, nei pazienti che avevano fatto un uso tra 31 e 90 giorni variava da hazard ratio [HR]=1,18 (95% CI, 1,10-1,25) nel gruppo VHA a HR=1,33 (95% CI, 1,16-1,52) nel soggetti del gruppo HFHS.

Per i pazienti che avevano fatto un uso superiore ai 90 giorni, si andava da un’HR=1,35 (95% CI, 1,26-1,44) per i VHA fino a un’HR=2.05 (95% CI, 1,75-2,40) per i HFHS.

La dose, invece, non era significativamente associata con una depressione di nuova insorgenza.

Il dr. Scherrer e i suoi collaboratori hanno pubblicato altri due studi su questo argomento, che hanno generato risultati analoghi, ma con piccole o selezionate popolazioni di pazienti. Nel nuovo studio, hanno incluso un campione di pazienti più ampio sia dal VA e ospedali privati, e analizzato sia la dose di oppioidi che la durata.

In conclusione, gli autori sottolineano che il legame tra uso di oppioidi e depressione di nuova insorgenza dipende dalla durata di utilizzo, ma non la dose. I pazienti e gli operatori sanitari devono essere consapevoli che un uso di oppioidi superiore ai 30 giorni è accompagnato da un rischio di depressione di nuova insorgenza.

Emilia Vaccaro

Scherrer JF1Prescription Opioid Duration, Dose, and Increased Risk of Depression in 3 Large Patient Populations. Ann Fam Med. 2016 Jan;14(1):54-62. doi: 10.1370/afm.1885.
leggi

Scherrer JF et al. Increased Risk of Depression Recurrence After Initiation of Prescription Opioids in Noncancer Pain Patients. J Pain. 2016 Apr;17(4):473-82. doi: 10.1016/j.jpain.2015.12.012.
leggi

Scherrer JF et al. New depression diagnosis following prescription of codeine, hydrocodone or oxycodone. Pharmacoepidemiol Drug Saf. 2016 Mar 22. doi: 10.1002/pds.3999.

leggi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 





SEZIONE DOWNLOAD