Paracetamolo, efficace e sicuro nel lenire il dolore durante il travaglio

Il paracetamolo è efficace nel lenire il dolore del travaglio? E' questa la domanda che si sono posti un gruppo di ricercatori indiani in un lavoro pubblicato su Journal of Clinical and Diagnostic Research. Il risultato dello studio indica che non solo il paracetamolo, somministrato per via endovenosa, è efficace ma è anche sicuro per la partoriente e per il nascituro.

Il paracetamolo è efficace nel lenire il dolore del travaglio? E’ questa la domanda che si sono posti un gruppo di ricercatori indiani in un lavoro pubblicato su Journal of Clinical and Diagnostic Research. Il risultato dello studio indica che non solo il paracetamolo, somministrato per via endovenosa, è efficace ma è anche sicuro per la partoriente e per il nascituro.
L'intensità del dolore provato dalle donne durante il travaglio influenza lo stato di avanzamento del travaglio ma ha anche effetti sul benessere fetale e sulla psicologia materna.
Gli effetti avversi associati agli oppioidi, comunemente utilizzati per fornire analgesia durante il parto, hanno creato la necessità di un’alternativa farmacologica non-oppiacea.

L’obiettivo di questo studio è stato, quindi, quello di valutare l'efficacia di un'infusione endovenosa di 1000 mg di paracetamolo come analgesico intrapartum.
Il trial è stato svolto in un singolo centro ed aveva le seguenti caratteristiche: in singolo cieco, interventistico randomizzato, controllato con placebo. 
Lo studio è stato condotto presso il Dipartimento di Ostetricia e Ginecologia del Vardhaman Mahavira Medical College & Safdarjung Hospital per un periodo di sei mesi a partire da settembre 2014 a marzo 2015.
Sono state reclutate nello studio le prime 200 partorienti consecutive che soddisfavano i criteri di inclusione. Le donne sono state poi randomizzate a ricevere 1000 mg per via endovenosa (100 ml) di paracetamolo (gruppo A, n=100) o 100 ml di soluzione fisiologica (gruppo B, n=100).
L'outcome primario valutato era l'efficacia del paracetamolo per fornire una adeguata quantità di analgesici, come misurato da un cambiamento nel punteggio della Visual Analogue Scale (VAS) riferito all'intensità del dolore in vari momenti dopo la somministrazione del farmaco. 
Gli esiti secondari misurati sono stati durata del travaglio, necessità di ulteriore analgesia di salvataggio e presenza di effetti negativi

materni o fetali.
I risultati hanno mostrato una riduzione del dolore a 1 e 2 ore in entrambi i gruppi (p <0.001). Tuttavia, la riduzione è stata maggiormente significativa nel gruppo paracetamolo, specialmente a 1 ora.
La durata del travaglio è risultata accorciata in entrambi i gruppi, senza effetti negativi materni e fetali.
In conclusione, il paracetamolo per via endovenosa è un farmaco non-oppioide efficace per alleviare il dolore del parto, senza effetti negativi significativi materni e fetali.
EV
Zutshi V. et al. Efficacy of Intravenous Infusion of Acetaminophen for Intrapartum Analgesia. J Clin Diagn Res. 2016 Aug;10(8):QC18-21. doi: 10.7860/JCDR/2016/19786.8375.
leggi