Il cerotto transdermico a base di fentanyl con rilascio di 12,5 microg/h di farmaco può migliorare il sollievo dal dolore post-operatorio e accelerare il recupero funzionale in pazienti che si sottopongono ad artroplastica totale del ginocchio. Questo è quanto mostrato da uno studio pubblicato sulla rivista Knee Arthroplasty.

L’artroplastica totale del ginocchio (ATG) è la più importante procedura ortopedica per migliorare la qualità della vita e riportare i pazienti ad un alto livello di funzionalità con meno dolore possibile.
L’inadeguato controllo del dolore allunga i tempi di ospedalizzazione, aumenta i costi sanitari ed è associato con tromboembolismo venoso, ischemia coronarica, infarto del miocardio, insonnia, disfunzioni cognitive etc.

Dopo artroplastica totale del ginocchio, la mobilità dei pazienti può essere limitata a causa del dolore incontrollato evocato dal movimento nel periodo post-operatorio.
Vari farmaci sono stati utilizzati per ottenere un buon sollievo dal dolore e mobilizzazione precoce dopo ATG.
Allo stato attuale, le modalità analgesiche includono analgesia epidurale, oppioidi per via endovenosa, analgesia controllata dal paziente (PCA).
Molti studi sull’iniezione periarticolare hanno riportato buoni risultati in termini di riduzione del dolore post-operatorio e una maggiore soddisfazione del paziente. Questi studi si sono concentrati sul dolore acuto vissuto nel periodo post-operatorio.

Fino ad oggi, il controllo del dolore acuto dopo ATG rimane non completamente controllato.

Nel presente studio, si è esaminato se un singolo cerotto (TFP) che fornisce una concentrazione costante di fentanyl, possa aiutare nella gestione del dolore post-operatorio con i FANS in pazienti sottoposti ad artroplastica.

Allo stesso tempo, sono stati valutati il recupero funzionale della gamba e gli eventi avversi (tra cui nausea, vomito, costipazione e) in entrambi i gruppi.
A tal fine sono stati reclutati nello studio cinquantadue pazienti in attesa di primo impianto di protesi totale del ginocchio. Essi sono stati divisi casualmente in due gruppi: pazienti trattati con un cerotto transdermico di fentanyl (Gruppo TFP) e quelli trattati con farmaci anti-infiammatori non-steroidei (gruppo FANS).

L’età media dei pazienti era di 70,1 anni (range 36-86 anni) per il gruppo TFP e 73,5 anni (range 32-86 anni) per FANS.

L'intensità del dolore post-operatorio è stata misurata usando la scala analogica visiva sia a riposo che durante il movimento. Abbiamo anche valutato il recupero funzionale della gamba e gli eventi avversi.

I risultati hanno mostrato che l’intensità del dolore non differiva significativamente tra i due gruppi al giorno 4 post intervento. L’intensità del dolore secondo la scala VAS era pero’ significativamente inferiore  nel gruppo TFP rispetto al gruppo FANS al giorno 7 (p=0.0026) e al giorno 14 (p=0.007).

Questi risultati suggeriscono che la TFP è efficace, soprattutto per il dolore post-operatorio durante il movimento. Anche i risultati riguardo la forza muscolare sono a favore del gruppo TFP.
La percentuale della forza pre-operatoria era inoltre significativamente maggiore in questo gruppo rispetto al gruppo FANS nei giorni post-operatorio 7 (p=0,027) e 14 (p=0,047). Questi risultati indicano che la TFP è efficacemente per il  recupero post-operatorio della forza muscolare.

Per quanto riguarda gli effetti avversi, la nausea è risultata simile tra i due gruppi mentre la quantità di farmaci di salvataggio era nettamente inferiore nel gruppo trattato col patch di fentanyl rispetto ai FANS (0.38 ± 0.15 vs 2.05 ± 0.58, p=0.0042).

Gli autori concludono che un cerotto a base di fentanyl  12,5 microg/h migliora il sollievo dal dolore post-operatorio e promuove il recupero funzionale precoce dopo protesi totale del ginocchio.

Emilia Vaccaro


Matsumoto S. et al. Transdermal fentanyl patch improves post-operative pain relief and promotes early functional recovery in patients undergoing primary total knee arthroplasty: a prospective, randomised, controlled trial. Arch Orthop Trauma Surg. 2015 Jun 26
leggi