Dolore

Ricostruzione del legamento patello-femoarle, riduzione di dolore e oppioidi grazie al blocco del nervo sciatico prossimale

I risultati di uno studio pubblicato su Local and Regional Anesthesia hanno mostrato che l'aggiunta di un blocco del nervo sciatico prossimale a iniezione singola a un blocco del canale adduttore ha ridotto significativamente il dolore e il fabbisogno di oppioidi nei pazienti pediatrici sottoposti a ricostruzione del legamento femoro-rotuleo mediale (MPFL).

I risultati di uno studio pubblicato su Local and Regional Anesthesia hanno mostrato che l'aggiunta di un blocco del nervo sciatico prossimale a iniezione singola a un blocco del canale adduttore ha ridotto significativamente il dolore e il fabbisogno di oppioidi nei pazienti pediatrici sottoposti a ricostruzione del legamento femoro-rotuleo mediale (MPFL).

La ricostruzione del legamento femoro-rotuleo mediale (MPFLR) è una procedura chirurgica per il trattamento della lussazione rotulea ricorrente secondaria a instabilità rotulea cronica.
L'instabilità rotulea cronica si verifica più spesso nelle adolescenti di sesso femminile con iperlassità delle articolazioni e con un'incidenza riportata di 43 per 100.000 all'anno nella fascia di età 10-17 anni.

L'intervento chirurgico è doloroso e richiede da tre a sei mesi di terapia fisica e riabilitazione.
È importante controllare il dolore postoperatorio precocemente per prevenire la perdita di forza del quadricipite e preservare la mobilità articolare.
La MPFLR è innanzitutto una procedura relativamente nuova, descritta nel 2004 e gli autori dichiarano che ad oggi non sono a conoscenza di un'altra procedura per il blocco dei nervi periferici per MPFLR.

In questo studio gli autori hanno confrontato i punteggi del dolore e l'uso di oppioidi nei pazienti pediatrici sottoposti a MPFLR con i punteggi del blocco nervoso periferico per il controllo del dolore postoperatorio.

Lo scopo principale dello studio è verificare l'ipotesi che l'aggiunta di un blocco del nervo sciatico prossimale a iniezione singola a un blocco del canale adduttore possa essere associato a una riduzione significativa dei punteggi del dolore e del fabbisogno di oppioidi rispetto a un gruppo di pazienti che hanno ricevuto solo un blocco nervoso del canale adduttore o femorale per MPFLR.
I ricercatori hanno condotto uno studio di coorte retrospettivo su 144 pazienti pediatrici sottoposti a ricostruzione MPFL con blocco dei nervi periferici per analgesia postoperatoria dal 2016 al 2020.
Secondo lo studio, 62 pazienti hanno ricevuto un blocco nervoso periferico continuo del canale adduttore o del nervo femorale (CPNB) e 82 pazienti hanno ricevuto un CPNB aggiuntivo del canale adduttore con un blocco sciatico prossimale a iniezione singola.

Le misure di esito includevano il fabbisogno di oppioidi in equivalenti di morfina e il numero di pazienti che raggiungevano uno stato sintomatico accettabile dal paziente (PASS), definito da un punteggio del dolore VAS inferiore a 4.

I ricercatori hanno riscontrato che il 52% dei pazienti (n=43) che hanno ricevuto il blocco sciatico prossimale a iniezione singola aggiuntivo ha ottenuto il PASS per il periodo postoperatorio di 24 ore, mentre il 21% dei pazienti (n=13) che non ha ricevuto il blocco sciatico prossimale ottenuto lo stesso PASS.
I pazienti che hanno ricevuto il blocco sciatico prossimale aggiuntivo avevano un punteggio del dolore medio di 2 e un punteggio del dolore massimo di 3,1, mentre i pazienti che non hanno ricevuto il blocco sciatico prossimale avevano un punteggio del dolore medio di 3,6 e un punteggio del dolore massimo di 4,9.

Inoltre, i ricercatori hanno riscontrato una significativa riduzione del fabbisogno di oppioidi nelle prime 24 ore dopo l'intervento chirurgico per il gruppo con blocco sciatico prossimale (0,09 in equivalenti di morfina) rispetto al gruppo senza blocco sciatico prossimale (0,25 in equivalenti di morfina).

"L'aggiunta di un blocco del nervo sciatico prossimale è stata associata a punteggi medi e massimi del dolore e al fabbisogno di oppioidi significativamente ridotti per 24 ore dopo l'intervento chirurgico e supporta uno studio clinico randomizzato per confermare questi risultati", hanno scritto i ricercatori nello studio.

"Sulla base dei risultati di questo studio, raccomandiamo l'aggiunta di un blocco del nervo sciatico prossimale, anteriore o posteriore, a un blocco del canale adduttore per fornire una migliore analgesia e ridurre il fabbisogno di oppioidi nelle 24 ore successive alla ricostruzione del MPFL nei pazienti pediatrici".

Lloyd Halpern et al., Peripheral Nerve Blockade for Medial Patellofemoral Ligament Reconstruction in Pediatric Patients: The Addition of a Proximal Single-Injection Sciatic Nerve Block Provides Improved Analgesia. Local Reg Anesth 2022 Jun 27;15:31-43. doi: 10.2147/LRA.S360738. eCollection 2022.
leggi