Dolore

Sedazione nel bambino, aggiornamenti delle linee guida americane

L'American Academy of Pediatrics (AAP) e l'American Academy of Pediatric Dentistry (AAPD) hanno pubblicato gli aggiornati degli orientamenti clinici sul monitoraggio e la gestione dei pazienti pediatrici, prima, durante e dopo la sedazione per le procedure diagnostiche e terapeutiche. Il documento è stato pubblicato su Pediatrics.

L'American Academy of Pediatrics (AAP) e l'American Academy of Pediatric Dentistry (AAPD) hanno pubblicato gli aggiornati degli orientamenti clinici sul monitoraggio e la gestione dei pazienti pediatrici, prima, durante e dopo la sedazione per le procedure diagnostiche e terapeutiche. Il documento è stato pubblicato su Pediatrics.
"La linea guida originale sulla sedazione è stata scritta, nel 1983, dopo che tre bambini sono deceduti in uno studio dentistico in California. E 'stata una lunga storia, ma oggi si è arrivati ad unificare i requisiti di monitoraggio e di valutazione pre-sedazione” ha sottolineato il dott. Charles J. Coté, professore di anestesiologia presso la Harvard Medical School di Boston, autore dell’aggiornamento.
Il dott. Coté insieme al dott. Stephen Wilson, direttore medico della Divisione di Odontoiatria Pediatrica dell’ ospedale pediatrico di Cincinnati hanno chiarito il perché di questo aggiornamento: "Lo scopo di questa revisione è quello di unificare le linee guida per la sedazione utilizzate da medici e dentisti, per aggiungere informazioni riguardanti le modalità di monitoraggio, in particolare per quanto riguarda la misurazione dell'anidride carbonica continua espirata, per fornire informazioni aggiornate dalla letteratura medica e dentale, e di suggerire metodi per l'ulteriore miglioramento della sicurezza e dei risultati.”
Le linee guida includono due importanti modifiche; la prima consiste nell’aggiunta del monitoraggio capnografico dei bambini che sono profondamente sedati e un incoraggiamento ad effettuare la capnografia per i bambini che sono moderatamente sedati.
La capgnografia misura la quantità di anidride carbonica espirata per assicurare la pervietà delle vie aeree e lo scambio di gas.
Come hanno precisato i ricercatori: “Questo è un progresso enorme, perché ora la linea guida AAP, in termini di monitoraggio dei pazienti che vengono sedati, si applica ai bambini, e non più solo agli adulti”.
La seconda modifica inserita riguarda l'assistente alla persona che sta facendo il sedativo. Questa figura deve avere un training avanzato di supporto alla vita pediatrica. Quindi, la novità è un aumento nel livello di addestramento che non c'era in precedenza.
La sedazione pediatrica è diversa dalla sedazione degli adulti; nei bambini, infatti, la sedazione è usata per alleviare il dolore e l'ansia, ma è anche usata per modificare il comportamento; per esempio, per aiutare ad immobilizzare un bambino che potrebbe non essere in grado di stare fermo per essere sottoposto a un test o a una procedura.
I professionisti che utilizzano la sedazione devono avere le strutture, il personale e le attrezzature per la gestione delle emergenze e salvare il bambino. Essi devono avere accesso ai servizi medici di emergenza, ma anche devono essere in grado di gestire le emergenze fino all’arrivo dei servizi specifici.
Ci deve essere anche una lista di controllo di tutti gli step effettuati durante la procedura di sedazione.
"Il vero problema è che abbiamo ancora bambini che muoiono per qualche errore nella sedazione; questo è probabilmente dovuto a una mancata attinenza alle linee guida raccomandate e ad una mancanza di competenze per salvare il bambino quando si trovano nei guai," ha sottolineato il dott. Coté.
"Il medico che sta per somministrare un farmaco di sedazione profonda, ha bisogno di avere le competenze per salvare il bambino. Abbiamo aggiunto competenze specifiche per essere in grado di fornire una ventilazione con maschera e pallone per disostruire le vie aeree ostruite, per eseguire la rianimazione cardiopolmonare  e per la sedazione profonda, oltre alle competenze anche per intubare. "
Altro aspetto considerato nelle linee guida è il livello di istruzione dei genitori dei piccoli pazienti. I genitori, infatti, non sono sempre necessariamente informati su quali rischi il bambino è esposto. La famiglia deves essere educata a chiedere le domande giuste alla persona che si occuperà della sedazione su argomenti quali abilità mediche e formazione.
In conclusione, la sedazione di un bambino va eseguita sotto monitoraggio capnografico. Poichè è una procedura molto delicata, richiede mani esperte e in continuo aggiornamento. La revisione delle linee guida AAP e AAPD sulla sedazione nel bambino sottolineano l’importanza della formazione dei medici che eseguono questa procedura e degli assistenti e la necessità di strutture e apparecchiature adeguate.
EV


Charles J. Coté et al. Guidelines for Monitoring and Management of Pediatric Patients Before, During, and After Sedation for Diagnostic and Therapeutic Procedures: Update 2016. Pediatrics June 2016
leggi


SEZIONE DOWNLOAD