L'Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha reso nota l’intenzione di rendere possibile l'accesso pubblico alle informazioni contenute nei suoi database sui potenziali effetti collaterali dei farmaci per uso umano e veterinario.

Per i medicinali per uso umano, entro la fine di quest'anno l'Agenzia europea intende produrre report mensili che riassumano le informazioni contenute nel database EudraVigilance per tutti i prodotti autorizzati con procedura centralizzata.

EudraVigilance è un network internazionale istituito dall'Ema nel dicembre 2001 e contiene i reports delle reazioni avverse ai farmaci autorizzati in tutta l'Unione Europea, inoltrati da parte delle agenzie regolatorie e delle aziende farmaceutiche dell’UE.

Obiettivo di Eudravigilance è sostenere la salute pubblica dei cittadini attraverso la raccolta di informazioni in materia di sicurezza sui farmaci, da rendere disponibili per la valutazione scientifica. Tale valutazione è effettuata dalle autorità regolatorie europee che sorvegliano e controllano il corretto uso dei farmaci in tutti i paesi UE su base continuativa.

Entro il 2015, l'Ema vuole inoltre migliorare le funzioni di ricerca e di output dei dati e fornire all'industria farmaceutica l'accesso a strumenti che consentano la rilevazione e l'analisi delle segnalazioni sulle reazioni avverse, a patto che sia disponibile il budget necessario.

Comunicato Ema