A pochissimi giorni di distanza dal parere positivo del Chmp rilasciato lo scorso 24 settembre, la Commissione Europea ha approvato la commercializzazione di due vaccini contro l'influenza A7H1N1 prodotti da  GlaxoSmithKline e Novartis. I farmaci saranno commercializzati con i marchi Pandemrix (GSK) e Focetria (Novartis).
L'approvazione riguarda i 27 paesi dell'Unione Europea e si estende a Islanda, Norvegia e Liechtenstein.

In questo modo - si sottolinea in un comunicato della commissione Ue - dovremmo assicurare che sarà disponibile una quantità sufficiente di vaccini prima dell'inizio della stagione dell'influenza, riducendo così il rischio di malattia e morte dei cittadini europei". L'autorizzazione è valida a partire dal 1 ottobre.
Focetria contiene l'adiuvante  MF59, già testato nel corso di 12 anni in oltre 40 milioni di dosi di altri vaccini sviluppati da Novartis. Il vaccino di GSK contiene l'adiuvante AS03 testato nel corso di sperimentazioni cliniche su alcune migliaia di soggetti. Per testare il farmaco, GSK sta conducendo 16 studi clinici su oltre 9mila soggetti .
Sebbene i dati preliminari depongano favorevolmente all'impiego di una sola dose di vaccino, il farmaco è stato raccomandato per uno schema posologico che prevede l'assunzione di due dosi di vaccino a un intervallo di tre settimane per gli adulti, le donne in gravidanza e i bambini a partire dai sei mesi di età. L'agenzia, si legge nella nota, sta raccogliendo ulteriori dati clinici: nuovi risultati potranno essere diffusi a partire da ottobre-novembre.

I dati provenienti dall'ECDC aggiornati al 25 settembre segnalano 54.119 infetti e 173 decessi in Europa mentre sono 4.043 i decessi in tutto il mondo, concentrati soprattutto nei paesi più poveri.