Ema

Approvazione europea per selinexor per il mieloma multiplo r/r. Sarà messo in commercio da Menarini

La Commissione europea ha approvato la commercializzazione del selinexor in combinazione con il desametasone per il trattamento di pazienti adulti con mieloma multiplo refrattario recidivato (RRMM) che hanno ricevuto almeno quattro terapie precedenti e la cui malattia sia resistente a diverse altre forme di trattamento, tra cui almeno due inibitori del proteasoma, almeno due agenti immunomodulatori e un anticorpo monoclonale anti-CD38.
Sviluppato da Karyopharm Therapeutics sarà messo in commercio da Menarini con il marchio Nexpovio.

La Commissione europea ha approvato la commercializzazione del selinexor in combinazione con il desametasone per il trattamento di pazienti adulti con mieloma multiplo refrattario recidivato (RRMM) che hanno ricevuto almeno quattro terapie precedenti e la cui malattia sia resistente a diverse altre forme di trattamento, tra cui almeno due inibitori del proteasoma, almeno due agenti immunomodulatori e un anticorpo monoclonale anti-CD38.
Sviluppato da Karyopharm Therapeutics sarà messo in commercio da Menarini con il marchio Nexpovio.

Il farmaco è un inibitore orale selettivo della proteina di esportazione nucleare 1 (XPO1). Induce l'apoptosi nelle cellule tumorali attraverso la ritenzione nucleare delle proteine soppressorie del tumore e del recettore dei glucocorticoidi, insieme all'inibizione della traduzione degli mRNA delle oncoproteine. Gli studi preclinici hanno dimostrato che la molecola agisce sinergicamente con gli inibitori del proteasoma (PI) nel sopprimere la via di segnalazione di NF-kB e favorendo la ritenzione nucleare degli oncosoppressori.

Il mieloma multiplo è un cancro che inizia nelle plasmacellule (globuli bianchi che producono anticorpi) e può anche essere indicato come mieloma plasmacellule. Le plasmacellule plasmatiche anomale si accumulano nel midollo osseo, formando tumori in molte ossa del corpo. Può causare l'ispessimento del sangue e impedire al midollo osseo di produrre abbastanza cellule ematiche sane. Le cause esatte del mieloma multiplo sono sconosciute, ma è più comune nelle persone anziane e negli afroamericani.

La MAA è stata inizialmente supportata dai dati dello studio di Fase 2b STORM che ha valutato selinexor in pazienti con mieloma multiplo refrattario, pesantemente pretrattati, di tripla classe e pubblicato sul New England Journal of Medicine (Chari, et al.) nell'agosto 2019.

Karyopharm ha poi presentato i dati dello studio confermativo di fase 3 BOSTON, che ha valutato selinexor una volta alla settimana in combinazione con bortezomib una volta alla settimana e desametasone a basso dosaggio in pazienti con mieloma multiplo dopo almeno una terapia precedente, con l'obiettivo di espandere ulteriormente la portata globale di selinexor a ulteriori pazienti che hanno bisogno di nuove opzioni di trattamento.

Studio registrativo BOSTON
L'autorizzazione all'immissione in commercio si basa sullo studio di fase 3 BOSTON (Bortezomib, Selinexor e Desametasone), uno studio multicentrico e randomizzato (NCT03110562) che ha valutato 402 pazienti adulti con mieloma multiplo recidivato o refrattario che avevano ricevuto da una a tre linee di terapia precedenti. Lo studio è stato progettato per confrontare l'efficacia, la sicurezza e alcuni parametri di qualità della vita correlati alla salute di SVd una volta a settimana rispetto a Vd due volte a settimana. L'endpoint primario dello studio era la sopravvivenza libera da progressione e gli endpoint secondari chiave includevano il tasso di risposta globale, il tasso di neuropatia periferica e altri.

Profilo di tollerabilità
Gli effetti collaterali comuni dei pazienti che assumono selinexor in combinazione con il desametasone includono un basso numero di globuli bianchi (leucopenia), un basso numero di neutrofili, un tipo di globuli bianchi (neutropenia), un basso numero di piastrine (trombocitopenia) e una bassa quantità di globuli rossi (anemia). I pazienti hanno anche riportato vomito, nausea, affaticamento, diarrea, diarrea, febbre, diminuzione dell'appetito e del peso, costipazione, infezioni delle vie respiratorie superiori e bassi livelli di sodio nel sangue (iponatremia).