In un documento definitivo, il Nice ha stabilito di non raccomandare l'utilizzo di abatacept come trattamento di seconda linea dei pazienti con artrite reumatoide.
In particolare, l’Agenzia britannica non raccomanda l’uso del farmaco in combinazione con il metotressato per il trattamento di pazienti adulti con AR che non rispondono adeguatamente a uno o più farmaci non biologici modificanti la terapia (DMARDS), incluso il metotressato.

In precedenza il Nice aveva raccomandato abatacept in certe situazioni cliniche per essere di supporto ai pazienti con artrite reumatoide ma ora ritiene che non vi siano le condizioni per l’approvazione in seconda linea.

Nel mese di luglio dello scorso anno, abatacept è stato approvato dall’Ema quale terapia di prima linea biologica nei pazienti con artrite reumatoide e per questa indicazione è stato ammesso alla rimborsabilità dall’Aifa. Il mese scorso l’Fda ha approvato la formulazione sottocute di abatacept.

Abatacept, la prima e unica proteina di fusione umana che blocca l'attivazione dei linfociti T, è in grado di "normalizzare" il processo infiammatorio associato alla malattia e di tenerla sotto controllo nel tempo.