Le autorità regolatorie europee hanno ampliato le indicazioni di etanercept per includere anche cinque nuovi sottotipi di artrite idiopatica giovanile: poliartrite, oligoartrite estesa, casi resistenti o intolleranti al methotrexate, artrite con entesite, bambini di età superiore a 12 anni che non rispondono alle terapie tradizionali.

L’approvazione deriva dai dati di uno studio in aperto a 12 settimane che ha confermato l’efficacia del farmaco nei cinque sottotipi di artrite giovanile. Inoltre, sono stati resi disponibili anche dati di sicurezza a 10 anni relativo all’impiego pediatrico del farmaco

L’indicazione pediatrica già approvata per il farmaco si riferiva alla sola artrite giovanile poliarticolare idiopatica e con queste nuove indicazioni il farmaco diventa il solo biologico ad essere approvato per più do un sottotipo di artrite giovanile.

Inoltre, la Commissione Europa ha dato il via libera alla formulazione settimanale di etanercept (0,8 mg/Kg. Fino a un massimo di 50 mg) come alternativa alla formulazione attuale che prevede due somministrazioni la settimana (0,4mg/kg, fino a un massimo di 25 mg) e che renderà più agevole il trattamento dei bambini con artrite giovanile.

Denominata in precedenza artrite reumatoide giovanile, l'artrite giovanile idiopatica è la malattia reumatica più comune dell'infanzia. Viene definita come una artrite persistente per più di 6 settimane e che insorge prima dei 16 anni. Le bambine e le ragazze sono più colpite dei maschi.  L'artrite giovanile idiopatica è più frequente nel Nord Europa e meno nei paesi mediterranei. Si distinguono 7 sottotipi di artrite reumatoide giovanile.