L’Agenzia Europea dei Medicinali ha raccomandato di limitare l’uso di medicinali a base di trimetazidina ai pazienti con angina pectoris come trattamento di seconda linea, terapia aggiuntiva. Per tutte le altre indicazioni il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell’EMA ha concluso che i benefici di questi medicinali non sono sufficientemente dimostrati e non superano i rischi. Il CHMP quindi raccomanda la loro eliminazione dall’autorizzazione alla commercializzazione.

Comunicato stampa EMA