Il Chmp ha dato parere favorevole all'immissione in commercio di corifollitropina alfa (Elonva, Organon, ora parte di Merck), un farmaco per il trattamento dell'infertilità. L'indicazione richiesta è la stimolazione ovarica controllata (COS), in combinazione con un antagonista del GnRH, per l'induzione follicoli multipli nelle donne che si sottopongono ai protocolli di fecondazione assistita.

La molecola, una gonadotropina ottenuta mediante la tecnologia del DNA ricombinante, è il primo farmaco della classe dei follicolostimolanti a lunga durata d'azione. Grazie alla sua prolungata attività è in grado di dare inizio a una crescita follicolare multipla e di sostenerla per un'intera settimana, con un'efficacia simile a quella dell'ormone follicolostimolante ricombinante (rFSH) somministrato una volta al giorno per sette giorni. Pertanto, una singola iniezione sottocutanea della dose raccomandata di corifollitropina alfa può sostituire le prime sette iniezioni di rFSH in un ciclo di trattamento di COS, con minore disagio e minori rischi per la donna.

La domanda di approvazione della corifollitropina alfa nell'Unione Europea era stata inoltrata alla fine del 2008.