AstraZeneca ha  hanno annunciato di avere ottenuto dalla Commissione Europea l'autorizzazione per l'immissione in commercio del farmaco per il diabete Xigduo, asociazione precostituita di dapagliflozin più metformina.

Sono state autorizzate due formulazioni in compresse da 5mg/850mg e 5mg/1000mg, rispetttivamente di dapagliflozin e metformina, da somministrarsi due volte al giorno.
Dapagliflozin appartiene alla nuova classe di composti, gli inibitori del co-trasportatore sodio/glucosio di tipo 2 (SGLT2), farmaci che agiscono facilitando l'eliminazione del glucosio da parte dei reni, riportando così la glicemia verso la normalità.

E’ la prima approvazione europoea per un’associazione di  metformina con un anti SGLT2.

AstraZeneca ha sviluppato il farmaco con Bristol-Myers Squibb, ma il 18 dicembre le due società hanno comunicato di voler concludere la loro collaborazione. Tutto il portfolio di farmaci antidiabetici sviluppato congiuntamente passerà ad Astra Zeneca entro la fine del primo trimestre del 2014. Per ottenerlo l’azienda anglo svedese sborserà $4,3 miliardi.