Duchenne, "trend vote" negativo per eteplirsen, gią presente in Usa dal 2016

La biotech statunitense Sarepta Therapeutics, specializzata in terapie geniche per malattie neuromuscolari, ha ricevuto un "trend vote" negativo dal comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell'Ema riguardo all'approvazione di eteplirsen per il trattamento della distrofia muscolare di Duchenne (DMD).

La biotech statunitense Sarepta Therapeutics, specializzata in terapie geniche per malattie neuromuscolari, ha ricevuto un “trend vote” negativo dal comitato per i medicinali per uso umano (Chmp) dell'Ema riguardo all'approvazione di eteplirsen per il trattamento della distrofia muscolare di Duchenne (DMD).

La società ha indicato che richiederà un riesame della sua domanda e  chiederà ad EMA di convocare un gruppo di specialisti (Scientific Advisory Group) esperti nella DMD   e in affezioni neuromuscolari per fornire una guida esperta all’Agenzia.

Il farmaco è indicato specificamente per i pazienti affetti da DMD trattabili tramite lo skipping dell’esone 51, una variante che interessa circa il 13% dei malati. Si tratta di una patologia rara, devastante e che conduce i pazienti a morte in giovane età.

Il CEO di Sarepta, Doug Ingram, ha spiegato che «sulla base delle discussioni con i rappresentanti del Chmp, siamo consapevoli che il comitato non ha concluso che eteplirsen sia inefficace nei pazienti trattabili con lo skipping dell’esone 51, ma piuttosto che Sarepta non abbia ancora raggiunto la soglia prevista dalla normativa per l'approvazione condizionata, in parte a causa dell'utilizzo  di controlli esterni negli studi di confronto».

Ingram ha ulteriormente precisato che Sarepta chiederà all'Agenzia Europea di convocare un gruppo di specialisti (Scientific Advisory Group) esperti nella DMD   e in affezioni neuromuscolari «per fornire una guida esperta e una visione approfondita sulla validità dei controlli esterni che sono stati impiegati, e sull'importanza di rallentare in modo significativo il declino polmonare nei pazienti con DMD».

Approvazione condizionata negli USA nel 2016
Eteplirsen ha ottenuto un'approvazione accelerata da parte della Fda nel 2016, ed è il primo farmaco autorizzato negli Stati Uniti per il trattamento dei pazienti con DMD

Si è trattato di una approvazione condizionata, basata su endpoints surrogati. Gli studi clinici hanno infatti dimostrato un incremento significativo dei livelli di distrofina nei muscoli dei pazienti trattati con eteplirsen

Nonostante il beneficio clinico del farmaco fosse ancora da confermare definitivamente, la FDA ha concesso lo status di “Rare Pediatric Disease” che si è aggiunto alla designazione di farmaco orfano ed alla revisione prioritaria  considerando la natura debilitante della malattia e la mancanza di terapie disponibili.

Ha quindi autorizzato l'accesso dei pazienti al trattamento, imponendo contemporaneamente all'azienda di condurre le sperimentazioni necessarie a verificare gli effettivi benefici clinici della terapia. .

Negli Usa le vendite di Exondys 51 nel primo trimestre dell’anno sono aumentate del 295% rispetto al 2017, portandosi a $ 64,6 mln, in linea con quanto stimato dagli analisti.

Cause e sintomi della distrofia muscolare di Duchenne
La DMD è una malattia  causata da una mutazione recessiva del gene della distrofina, localizzato sul cromosoma X. DMD colpisce uno su 3.500-.5000 maschi  È causata dall’assenza della distrofina, fondamentale nel mantenimento della stabilità strutturale delle fibre muscolari.

DMD e’ una malattia che progredisce rapidamente causando la perdita della funzione muscolare tra cui gli arti superiori e inferiori, il diaframma ed il muscolo cardiaco.

I sintomi associati alla malattia spesso includono affaticamento, difficoltà ad assumere la postura eretta, perdita della deambulazione, insufficienza respiratoria e necessità di ventilazione meccanica, insufficienza cardiaca. I sintomi possono essere visibili sin dalla  primissima infanzia.

Eteplirsen: meccanismo d'azione
Si tratta di un oligonucleotide antisenso della classe dei PMO (phosphorodiamidate morpholino oligomer). Deve essere somministrato mediante infusion settimanali.

Eteplirsen lega il pre-mRNA trascritto dal gene della distrofina a livello dell’esone 51, inducendone l’esclusione durante il processo di maturazione del mRNA e ristabilendo così il frame di lettura nei pazienti DMD con mutazioni che alterano questo processo, trattabili con lo skipping dell’esone 51.  Viene così prodotta una distrofina internamente tronca ma funzionale.