Ema

Emicrania, parere europeo positivo per lasmiditan, primo di una nuova classe

Parere europeo positivo per un nuovo antiemicrania, il primo di una nuova classe: si tratta del lasmiditan (COL-144), un nuovo agonista del recettore 5-HT(1F), altamente selettivo e ad azione centrale. Sviluppato da Eli Lilly, una volta approvato in via definita, sarÓ messo in commercio con il marchio Reyvow.

Parere europeo positivo per un nuovo antiemicrania, il primo di una nuova classe: si tratta del lasmiditan (COL-144), un nuovo agonista del recettore 5-HT(1F), altamente selettivo e ad azione centrale. Sviluppato da Eli Lilly, una volta approvato in via definita, sarà messo in commercio con il marchio Reyvow.
L’indicazione proposta dal Chmp  la seguente: Rayvow è indicato per il trattamento acuto della fase di cefalea degli attacchi di emicrania, con o senza aura, negli adulti.

Lasmiditan è un agonista dei recettori 5-HT1F, che presentano sia a livello centrale che periferico. La molecola riduce il rilascio di neuropeptidi e influenza le vie del dolore senza causare vasocostrizione. Il farmaco è il primo "ditan", una nuova categoria di agenti per il trattamento dell'emicrania.

L'approvazione di lasmiditan per questa indicazione è stata sostenuta dai dati di due studi di Fase III che coinvolgono un totale di 3.177 adulti con una storia di emicrania con o senza aura.
Lo studio SPARTAN e lo studio SAMURAI, hanno mostrato che la percentuale di pazienti i cui sintomi di dolore e con il sintomo emicrania più fastidioso (nausea, sensibilità alla luce o sensibilità al suono) era significativamente minore tra i pazienti cui era stato somministrato l'agonista del 5-HT1F per via orale rispetto ai pazienti che ricevevano placebo.

In entrambi gli studi, le percentuali di pazienti con dolore risolto che si erano risolti 2 ore dopo il trattamento erano significativamente maggiori nei pazienti che assumono lasmiditan rispetto al placebo. Anche se ai pazienti è stato permesso di prendere un farmaco di salvataggio 2 ore dopo che lasmiditan era stato somministrato, oppioidi, barbiturici, triptani e ergot non sono stati ammessi entro 24 ore dall'assunzione del farmaco. In totale, il 22% dei pazienti negli studi ha usato anche farmaci preventivi per l'emicrania.

Gli effetti collaterali più comuni riportati negli studi sono stati vertigini, affaticamento, parestesia e sedazione. Il deterioramento della guida è un rischio con lasmiditan e ai pazienti dovrebbe essere consigliato di non guidare o utilizzare macchinari per almeno 8 ore dopo l'assunzione del farmaco, anche se si sentono abbastanza bene per farlo. Ai pazienti che non possono seguire questo consiglio si consiglia di non assumere lasmiditan. Il farmaco dovrebbe essere usato con cautela se preso con alcool o altri depressori del Snc.

Eli Lilly ha ottenuto i diritti sull’agonista di 5-HT1F nel 2017 nell'ambito dell'acquisizione di CoLucid Pharmaceuticals pagata 960 milioni di dollari. Questo farmaco è il ponte di collegamento tra le due aziende, perché il lasmiditan in origine era stato scoperto da Eli Lilly, e nel 2005 ne era stata concessa la licenza a CoLucid. Dopo un lungo giro, si può dire che il farmaco sia tornato a casa.