Esame europeo superato per la formulazione settimanale di exenatide, un farmaco antidiabetico sviluppato in collaborazione da Eli Lilly, Amylin e Alkermes. Una volta messo in commercio, si chiamerà Bydureon e sarà indicato per la terapia del diabete di tipo 2 in pazienti adulti.

Il parere positivo degli esperti europei si basa sui dati del  programma di sviluppo clinico denominato DURATION.  Negli studi clinici, che hanno confrontato il farmaco con una serie di altre opzioni terapeutiche, exenetaide once a week somministrato per 6 mesi ha determinato una riduzione di emoglobina glicata compresa fra 1,5% e 1,9%. Molti pazienti hanno anche ottenuto una riduzione ponderale. L’effetto indesiderato più comune è la nausea, che arriva a interessare fino al 20% dei pazienti.

Exenatide è un farmaco della classe degli incretino mimetici ed è disponibile in Italia da oltre due anni. Il nuovo prodotto si differenzia dalla versione attualmente disponibile di exenatide (Byetta, Ely Lilly) che va assunta due volte al giorno, per la maggiore durata d'azione, che consente la somministrazione una sola volta alla settimana. Una volta approvato in via definitiva dall’Ema, sarà il primo trattamento settimanale per il diabete di tipo 2.