Il nuovo antidiabetico sviluppato da Novo Nordisk ha ricevuto il parere positivo degli esperti del Chmp che ne hanno raccomandato l'approvazione per la terapia del diabete di tipo 2 in combinazione con altri antidiabetici. La decisione finale dell'Emea, che di norma segue il parere del Chmp, è attesa entro un paio di mesi.
Questa notizia arriva circa 3 settimane dopo che L'Fda aveva sollevato perplessità circa la sicurezza del nuovo farmaco tanto da mettere in dubbio la possibilità di approvazione in Usa.

Il valore delle azioni della società danese è aumentato del 5%. Novo ha fatto sapere che entro l'estate prevede di mettere in commercio il farmaco in diversi paesi europei.
Liraglutide è un analogo del peptide 1 glucagone-simile (GLP-1), ad azione prolungata.

Il farmaco è  in grado di stimolare il rilascio di insulina solo quando i livelli di glucosio diventano troppo elevati. Inoltre, inibisce la sensazione di appetito e ha dimostrato di ridurre significativamente il peso corporeo. E' disponibile per via iniettiva e viene somministrato una volta al giorno. Il programma di fase 3 ha coinvolto circa 6.500 pazienti affetti da diabete di tipo 2 in 40 Paesi. Quando in commercio sarà in competizione con exenatide (Byetta, Eli Lilly).