In un documento definitivo, il National Institute for Health and Clinical Excellence (Nice) ha deciso di raccomandare la rimborsabilità da parte del servizio sanitario nazionale britannico di apixaban per la prevenzione dello stroke e dell’embolia sistemica nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare.

Il farmaco era stato approvato in Europa e Usa, rispettivamente a novembre e dicembre 2012, per la stessa indicazione.

Apixaban è il solo anticoagulante orale di nuova generazione (NOACs) ad aver dimostrato la superiorità verso warfarin su tre end point: stroke (-21%) e embolismo sistemico, sanguinamenti maggiori (-31%) e mortalità per tutte le cause (-11%).

Apixaban è un inibitore orale diretto del fattore Xa della coagulazione e appartiene a una nuova classe di farmaci studiati per la prevenzione e il trattamento della trombosi. Alla stessa classe appartengono anche rivaroxaban ed edoxaban. Il farmaco inibisce direttamente il fattore Xa, quindi interferisce con la conversione della protrombina a trombina e previene la formazione dell'aggregazione della fibrina.

Comunicato del Nice