Psoriasi, approvazione europea per l'anti IL-17 brodalumab

La Commissione Europea ha approvato l'anticorpo monoclonale anti-IL17 brodalumab per il trattamento dei pazienti adulti con psoriasi a placche nella forma da moderata a severa candidati a una terapia sistemica. L'approvazione č stata concessa a Leopharma cui AstraZeneca aveva ceduto i diritti.

La Commissione Europea ha approvato l’anticorpo monoclonale anti-IL17 brodalumab per il trattamento dei pazienti adulti con psoriasi a placche nella forma da moderata a severa candidati a una terapia sistemica. L’approvazione è stata concessa a Leopharma cui AstraZeneca aveva ceduto i diritti.

Negli Usa invece il licenziatario dell’azienda britannica è la Valeant. Il farmaco sarà commercializzato con il brand Kyntheum.
Brodalumab dovrà vedersela con Secukinumab  (Novartis) e Ixekinumab (Eli Lilly), anch’essi anti IL-17.

Il programma di sperimentazione clinica AMAGINE (AMAGINE 1-3) ha coinvolto 4.373 pazienti con psoriasi moderata / grave, fino ad oggi la più grande popolazione di studio nel programma di sviluppo di un nuovo farmaco biologico studiato per la psoriasi.

I dati dei tre studi clinici AMAGINE, trial randomizzati e controllati, hanno dimostrato che Kyntheum è ben tollerato, con un profilo di sicurezza accettabile. Gli eventi avversi più comuni sono stati l'artralgia (dolore alle articolazioni), la nasofaringite (infiammazione del naso e la faringe), il mal di testa e l'infezione delle vie respiratorie superiori.

Sebbene siano stati segnalati casi di ideazione e comportamento suicidario, non è stato stabilito alcun nesso causale tra il trattamento con Kyntheum e l'aumento di rischio di ideazione e comportamento suicidario. Il lancio di Kyntheum in Europa sarà supportato da attività post-marketing di farmacovigilanza per catturare e seguire report su eventi di sicurezza.

Brodalumab
Brodalumab è un anticorpo monoclonale umanizzato che si lega alla subunità A del recettore dell’IL-17. Inibisce la trasmissione del segnale infiammatorio attraverso il pathway dell’IL-17 bloccando il legame di diversi ligandi dell’IL-17 al recettore. Impedendo ai ligandi di attivare il recettore, brodalumab fa sì che l’organismo non riceva più i segnali che portano all’infiammazione. Il pathway dell’IL-17 svolge infatti un ruolo centrale nell’indurre e promuovere i processi infiammatori patologici.