La Commissione Europea ha recentemente approvato l'utilizzo di paliperidone (Invega) per la terapia dei sintomi psicotici o maniacali dei disordini schizoaffettivi.

La decisone è basata sui risultati di due trial della durata di sei settimane condotti in pazienti diagnosticati per disordini schizoaffettivi. Nel primo studio, 316 pazienti hanno ricevuto una di due dosi giornaliere di paliperidone 6 mg con l'opzione di ridurre la dose a 3 mg; o 12 mg del farmaco con la possibilità di ridurre la dose a 9 mg o placebo. Nel secondo studio, 311 pazienti sono stati randomizzati a dosi flessibili del farmaco da 3 a 12 mg una volta al giorno in monoterapia o in aggiunta a farmaci stabilizzatori dell'umore e/o antidepressivi o placebo.

L' efficacia è stata valutata in base al cambiamento dei sintomi dopo 6 settimane di trattamento utilizzando la "Positive and Negative Syndrome Scale".
Nel primo studio, i pazienti che hanno ricevuto la dose più alta di paliperidone hanno mostrato una riduzione significativa dei sintomi rispetto al gruppo di controllo ( -32.4 vs -24.1; p= 0.003 ). La dose più bassa del farmaco non ha ridotto in maniera significativa i sintomi della malattia rispetto al placebo ( p= 0.187 ).

Nel secondo studio, la riduzione media dei sintomi è stata di -20.0 per il farmaco e -10.8 per il placebo ( p= 0.0001 ). Nei pazienti con sintomi maniacali gravi misurati attraverso la " Young Mania Rating Scale" (punteggio al basale >= 16 ), il farmaco ha migliorato significativamente i sintomi della malattia rispetto al placebo.

Paliperidone, un farmaco antipsicotico atipico, era stato approvato per la prima volta in Europa nel giugno 2007 per il trattamento della schizofrenia. Paliperidone è una nuova molecola rilasciata attraverso un sistema a pompa osmotica che consente un rilascio costante e regolare del farmaco nel corso delle 24 ore. 

Si stima che circa l'1% della popolazione mondiale soffra di schizofrenia - un disturbo del cervello grave e generalmente cronico che altera la capacità della persona di pensare in modo lucido, di relazionarsi con gli altri e di distinguere tra realtà ed immaginazione. Si sviluppa solitamente durante l'adolescenza o verso i 20 anni, sebbene i sintomi possano anche non manifestarsi immediatamente, e richiede trattamenti a lungo termine o per tutta la vita con farmaci antipsicotici.