La Commissione europea ha approvato degarelix (Firmagon, Ferring Pharmaceuticals) per l'impiego nei pazienti con tumore alla prostata in fase avanzata.
Degarelix è un peptide sintetico inibitore del GnRH modellato a somiglianza dell'ormone che stimola la gonadotropina nel corpo umano. Degarelix determina una riduzione molto rapida dei livelli di testosterone, simile all'effetto immediato che si consegue con la chirurgia (orchidectomia).
Ferring Pharmaceuticals prevede di mettere in commercio il farmaco in Europa nei primi mesi del 2009.

Il farmaco ha appena ricevuto anche il via libera dell'Fda. Degarelix è stato studiato in un ampio programma clinico che ha incluso più di 20 studi nei quali il farmaco ha dimostrato di essere sicuro, ben tollerato senza evidenze di reazioni allergiche sistemiche.

Degarelix è stato progettato per individuare e bloccare il recettore del GnRH. Tale azione produce una soppressione rapida, profonda e sostenuta della produzione del testosterone senza ricadute, mentre la terapia evita i rischi di recrudescenze. Il cancro della prostata rappresenta la più comune forma di cancro negli uomini e la seconda causa principale di morte da cancro.  A livello mondiale, ogni anno la malattia determina 221mila morti e si stima che vi siano 678mila persone che vivono con un tumore alla prostata. I tre quarti dei casi si registrano in uomini con oltre 65 anni di età.