Bristol-Myers Squibb  ha reso noto che l'Fda ha accettato il deposito del dossier registrativo di belatacept, un nuovo farmaco biologico attualmente studiato in fase III per evitare il rigetto dopo il trapianto di rene e mantenere la funzionalità renale.
Belatacept  è una proteina di fusione che agisce bloccando in modo selettivo la risposta delle cellule T (inibitore delle molecole costimolatorie CD80-CD86). Differisce da abatacept (Orencia ) per due soli amminoacidi.

Rappresenta un immunosoppressore efficace contro il rigetto d'organo con un'azione mirata e quindi, con una minor quota di effetti collaterali. In termini di test di sicurezza ed efficacia ha dato risultati soddisfacenti, dimostrandosi efficace quanto altri farmaci immunosoppressori.
Inoltre si è dimostrato un minor tasso di problemi renali, di dislipidemie e livelli di pressione arteriosa migliori.