Fda

Cancro al seno, nuova approvazione Fda per abemaciclib

L'Fda ha approvato l'impiego di abemaciclib per il trattamento in prima linea delle donne in postmenopausa con tumore al seno metastatico o avanzato positivo al recettore ormonale (HR), HER2-negativo, in combinazione con un inibitore dell'aromatasi.

L'Fda ha approvato l’impiego di  abemaciclib per il trattamento in prima linea delle donne in postmenopausa con  tumore al seno metastatico o avanzato positivo al recettore ormonale (HR), HER2-negativo, in combinazione con un inibitore dell'aromatasi.

L' approvazione si è basata su dati dello studio di fase III MONARCH 3, in cui l' aggiunta di abemaciclib all' anastrozolo o al letrozolo ha ridotto il rischio di progressione o morte del 46% rispetto al solo inibitore non steroideo dell'aromatasi (NSAI) per i pazienti con carcinoma mammario avanzato non trattati in precedenza HER2 negativo, HR-positivo.

Nello studio di fase III, nel braccio dell'abemaciclib la sopravvivenza mediana senza progressione è stata di 28,2 mesi (95% CI, 23,5 a non raggiunto) contro 14,8 mesi (95% CI, 11,2-19,2) con la sola NSAI (HR, 0,54;95% CI, 0,418-0,698; P
"Questa approvazione è una pietra miliare importante, perché dimostra che abemaciclib più un inibitore dell'aromatasi ha sostanzialmente ridotto le dimensioni tumorali e la progressione della malattia nelle donne con cancro al seno metastatico HR+, HER2-. In particolare, lo studio MONARCH 3 comprendeva pazienti con determinate caratteristiche cliniche, come ad esempio una malattia che si diffonde nel fegato," ha dichiarato Joyce O' Shaughnessy, del Baylor University Medical Center, Texas.

Nello studio di fase III MONARCH,  3.493 donne in postmenopausa con tumore al seno locoregionale ricorrente o metastatico sono state randomizzate in un rapporto 2:1 a ricevere abemaciclib 150 mg due volte al giorno (n = 328) o al placebo (n = 165). Tutti le pazienti hanno ricevuto anche 1 mg di anastrozolo o 2,5 mg di letrozolo una volta al giorno. In precedenza, le pazienti non avevano ricevuto una terapia sistemica per la malattia metastatica, anche se era permessa una terapia endocrina adiuvante. Il follow-up mediano è stato di 17,8 mesi.

L' età mediana delle pazienti in entrambi i gruppi era di 63 anni, e circa l' 80% al basale presentava una malattia misurabile. La maggior parte delle pazienti ha avuto una ricorrenza metastatica (55,5%-60%), anche se quasi il 40% dei pazienti ha avuto la malattia metastatica de novo. Circa il 54% dei pazienti presentava una malattia viscerale e quasi il 22% una malattia ossea. Quasi la metà delle pazienti aveva ricevuto una precedente terapia endocrina neoadiuvante o adiuvante.

L' ORR tra i pazienti con malattia misurabile che ricevevano abemaciclib comprendeva un tasso di risposta completo del 3,4% (9/267) e un tasso di risposta parziale del 52,1% (139/267). Il 40,2% di ORR nel braccio di controllo consisteva in tutte risposte parziali. La durata mediana della risposta è stata di 27,4 mesi per il braccio abemaciclib rispetto ai 17,5 mesi del braccio di controllo.

L' evento avverso più comune associato all'uso di abemaciclib è stata la diarrea, che si è verificata nell' 81,3% dei pazienti trattati con l' inibitore CDK4/6 rispetto al 29,8% dei controlli. Questi eventi sono stati principalmente di grado 1/2 in entrambe i bracci. Con abemaciclib non c'era diarrea di grado 4 e diarrea di grado 3 nel 9,5% dei pazienti.

Oltre alla diarrea, era comune anche la neutropenia, un evento avverso notoriamente associato con l' inibizione CDK4/6. Questo evento avverso è stato visto nel 41,3% dei pazienti trattati con abemaciclib rispetto all' 1,9% nel braccio di controllo. Solo un paziente del braccio abemaciclib ha sviluppato neutropenia febbrile.


Nel settembre 2017, l’Fda aveva approvato l' uso di abemaciclib in combinazione con il fulvestrante nelle donne con cancro al seno avanzato HR+/HER2- con progressione della malattia dopo la terapia endocrina, così come per l' uso con un solo agente per i pazienti con tumore al seno HR+/HER2- con malattia metastatica che hanno precedentemente ricevuto terapia endocrina e chemioterapia.

Di Leo A, Toi M, Campone M, et al. MONARCH 3: Abemaciclib as initial therapy for patients with HR+/HER2- advanced breast cancer. Presented at: 2017 ESMO Congress; Madrid, Spain; September 8-12, 2017. Abstract 236O_PR.


SEZIONE DOWNLOAD