Codeina: Fda raccomanda più cautela nei bambini

Fda
A seguito di tre decessi e di un caso di depressione respiratoria quasi fatale, e l’Fda avverte gli operatori sanitari di non prescrivere codeina per il dolore post-operatorio nei pazienti pediatrici che hanno subito tonsillectomia o adenoidectomia. L’ Fda ha raccomandato che i pazienti pediatrici ricoverati dovrebbero ricevere una dose efficace più bassa di farmaci contenenti codeina, per il più breve tempo possibile e sulla base delle necessità individuali.

Più precisamente, l'Fda raccomanda di:
• dare codeina solo se necessario per alleviare il dolore e non secondo un calendario prestabilito;
• prescrivere la dose più bassa possibile di codeina per il più breve tempo possibile;
• non dare ai bambini più di sei dosi di codeina ogni giorno;
• tenere in stretta osservazione i bambini dopo l’intervento per individuare prima possibile i segni iniziali di una overdose di morfina, tra cui sonnolenza insolita, confusione, labbra e contorno della bocca di colorito bluastro, respiro affannoso o poco profondo.

La codeina viene utilizzata come analgesico nei bambini dopo interventi chirurgici. Molti clinici avevano già rimosso la codeina per il trattamento del dolore post-operatorio nei bambini molto prima dell’ avvertimento della Fda.

Il farmaco "è una scelta sbagliata per il dolore post-operatorio" e "non è più considerato lo standard di cura per la gestione del dolore", ha detto Laura Schanberg, MD, della Clinica Duca Research Institute di Durham, Carolina del Nord.

"Coloro che metabolizzano in maniera ultra-rapida (1-2% tra i nord europei e il 29% tra i nord africani) sono a rischio di effetti collaterali e depressione respiratoria, mentre coloro che hanno un metabolismo scarso, e che rappresentano dal 5% al 10% della popolazione generale, non ottengono nessun beneficio dal farmaco in quanto non può essere trasformato nel principio attivo, la morfina." secondo Jeffrey Galinkin dell'Università del Colorado a Denver e presidente della American Academy of Pediatrics Committee on Drugs.

Un farmaco comunemente co-somministrato con la codeina per il dolore post-operatorio di tonsillectomia è il paracetamolo, ma “non vi è alcun beneficio noto del paracetamolo associato alla codeina verso il paracetamolo da solo " ha scritto Alan Greene della Stanford University. "il paracetamolo associato ad idrocodone sembra essere più efficace e meno rischioso del paracetamolo associato a codeina, soprattutto se programmato, piuttosto che aspettare l’insorgenza del dolore".

Tuttavia, il rischio di depressione respiratoria è comune a qualsiasi analgesico oppioide, ha detto Eugene Viscusi della Thomas Jefferson University di Philadelphia.
"Accade solo che la codeina è l'agente più comunemente prescritto in questo ambiente" ha spiegato, aggiungendo che il rischio "è aggravato dal fatto che molti di questi pazienti subiscono il loro intervento, perché hanno già esistenti ostruzioni delle vie aeree, per cui questi bambini sono già a rischio di ostruzione delle vie aeree e di eventi respiratori. "

Comunicato Fda
SEZIONE DOWNLOAD