Bristol-Myers Squibb e Otsuka Pharmaceuticals hanno reso noto che dasatinib ha ottenuto la priority review per la domanda di registrazione di prima nella terapia della leucemia mieloide cronica in fase cronica.

Attualmente, il farmaco è approvato sia in Europa sia negli Stati Uniti in seconda linea come terapia di pazienti adulti affetti da leucemia mieloide cronica in tutte e tre le fasi (cronica, blastica o accelerata) resistenti o intolleranti ad altre terapie, tra cui imatinib, che rappresenta l'attuale standard terapeutico per questa leucemia.
L'Fda prenderà una decisione entro ilo 28 ottobre 2010.

La richiesta si basa sui dati dello studio DASISION, un trial che ha confrontato dasatinb e imatinib in questo setting di pazienti. Lo studio è stato appena presentato al 46° congresso dell'American Society of Clinical Oncology (ASCO), a Chicago, e pubblicato contestualmente sul New England Journal of Medicine.

Dasatinib (Sprycel, Bristol Myers Squibb), un potente inibitore della tirosin chinasi BCR-ABL, si è dimostrato superiore a imatinib (Glivec, Novartis) come terapia prima linea in pazienti con leucemia mieloide cronica (LMC) in fase cronica (lo stadio iniziale della malattia).

Nello studio DASISION, il trattamento con dasatinib 100 mg once daily ha portato a una percentuale di risposta citogenetica completa superiore rispetto a imatinib, a fronte di un profilo di tollerabilità simile. Le percentuali complessive di eventi avversi e quelle di interruzione dello studio sono stati infatti simili con i due farmaci.

Scopri lo studio DASISION