Genentech ha annunciato di aver proceduto al ritiro volontario dal territorio americano del farmaco anti psoriasi  efalizumab (Raptiva). L'azienda sta informando i medici di cessare la prescrizione del farmaco e di contattare i pazienti già in terapia (circa 2mila secondo fonti aziendali) per considerare farmaci alternativi. A partire dal prossimo 8 giugno il farmaco non sarà più disponibile sul territorio americano dove lo scorso anno Raptiva aveva registrato vendite per 108 milioni di dollari.

La decisione, già presa in Europa alcune settimane fa, deriva dall'associazione fra l'assunzione del farmaco e un aumentato rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML). Finora 3 pazienti sono stati colpiti da questa grave malattia virale rara e per lo più fatale caratterizzata da un danno progressivo o da un processo di infiammazione della sostanza bianca cerebrale in posizioni multiple.
Comunicato Fda