L’Fda ha approvato l’impiego di everolimus per l’uso in combinazione con exemestane per la terapia di donne in post menopausa con tumore alla mammella positivo al recettore per gli estrogeni e negativo al recettore dell’EGF-2- che avevano avuto una recidiva o erano andate in progressione durante o dopo un precedente trattamento con letrozolo o anastrozolo.

Per questa stessa indicazione, lo scorso mese di giugno il Chmp aveva dato parere positivo e si attende l’ok finale ella Commissione europea.

Ogni anno si stima che il tumore alla mammella positivo al recettore per gli estrogeni e negativo al recettore dell’EGF-2 a livello mondiale venga diagnosticato a circa 220mila donne. Nei casi con tumore in fase avanzata, l’aspettativa di vita è di 18-36 mesi.

Comunicato Fda