L'Fda prende ancora tempo. Aspetterà infatti fino al 22 ottobre per prendere una decisione su un nuovo possibile antidiabetico, la versione a rilascio prolungato di exenatide (Bydureon). Lo hanno reso noto Eli Lilly, Amylin e Alkermes che stanno sviluppando il prodotto in collaborazione.

In marzo, l'agenzia aveva inviato alle tre aziende una lettera completa di risposta alla prima richiesta di approvazione, presentata in maggio, chiedendo maggiori informazioni sulla scheda tecnica e sulla produzione, nonché un piano per la riduzione dei rischi. Amylin e i suoi partner hanno risposto il mese scorso.

Il nuovo prodotto si differenzia dalla versione attualmente disponibile di exenatide (Byetta, Ely Lilly) che va assunta due volte al giorno, per la maggiore durata d'azione, che consente la somministrazione una sola volta alla settimana. Se approvato, sarà il primo trattamento settimanale per il diabete di tipo 2.