Fda

Fast track Fda per l'antibiotico cadazolid (Actelion) attivo contro C. difficile

La svizzera Actelion ha annunciato oggi che la Food and Drug Administration ha designato l’antibiotico cadazolid sia come Prodotto Qualificato per le Malattie Infettive (QIDP ) sia per il programma di sviluppo accelerato (“Fast Track”)  per il trattamento della diarrea associata a Clostridium difficile (CDAD).

La designazione QIDP per cadazolid significa che - tra gli altri incentivi - cadazolid riceverà una revisione prioritaria di nove mesi dopo il completamento del programma globale di studi di Fase III denominato IMPACT. La designazione Fast Track è destinato a promuovere la comunicazione e la collaborazione tra la Fda e la società farmaceutica per accelerare lo sviluppo del farmaco.

Le designazioni sono basati su una legge del 2012 volta a promuovere lo sviluppo di nuovi antibiotici (Generating Antibiotic,  Incentives Now GAIN) sviluppati per la cura di patologie gravi.
IMPACT è un Programma multicentrico internazionali volto a valutare cadazolid nel trattamento nei pazienti affetti da diarrea associata a Clostridium difficile (CDAD). Il programma comprende due studi di fase III volti a confrontare l'efficacia e la sicurezza di cadazolid (250 mg somministrato per via orale due volte al giorno per 10 giorni) rispetto alla vancomicina ( 125 mg somministrati per via orale quattro volte al giorno per 10 giorni).

Gli studi IMPACT sono destinati a determinare se la risposta clinica dopo somministrazione di cadazolid è non inferiore alla vancomicina nei soggetti con CDAD , e se la somministrazione di cadazolid è superiore alla vancomicina nella risposta clinica sostenuta. Il programma prevede l'arruolamento di circa 1.280 soggetti in tutto il mondo, e ha iniziato l’arruolamento nel quarto trimestre del 2013.

Cadazolid è un nuovo antibiotico che agisce come potente inibitore della sintesi proteica del Clostridium difficile il che determina una forte soppressione della formazione di tossina e di spore. In studi preclinici cadazolid hanno mostrato una potente attività in vitro contro il Clostridium difficile e una bassa propensione per lo sviluppo di resistenze. In un modello di intestino umano con CDAD, cadazolid ha avuto un impatto molto limitato sulla normale microflora intestinale.

L’assorbimento di cadazolid è trascurabile con conseguente alte concentrazione nel lume intestinale e bassa esposizione sistemica , anche nei casi gravi di CDAD dove la parete intestinale può essere gravemente danneggiata e la permeabilità ai farmaci potenzialmente maggiore.

Cadazolid è stata studiato in uno studio multicentrico di fase II, in doppio cieco, randomizzato, con comparator attivo, a gruppi paralleli. Lo studio ha valutato l'efficacia , la sicurezza e la tollerabilità, due volte al giorno la somministrazione orale di 3 dosi ( 250 mg , 500 mg o 1.000 mg bid) di cadazolid in soggetti con diarrea associata a Clostridium difficile ( CDAD ) per una durata di 10 giorni. Come riferimento attivo è stato utilizzato l'attuale standard di cura per CDAD, vancomicina per via orale ( 125 mg qid per 10 giorni ). Lo studio è stato completato nel dicembre del 2012, dopo aver arruolato 84 soggetti con CDAD.

I risultati dello studio di Fase II indicano che l'effetto di tutte le dosi di cadazolid erano numericamente simili, o migliori di vancomicina sugli endpoint chiave, tra cui i tassi di guarigione clinica così come i tassi di guarigione sostenuti.

Il tasso di guarigione clinica è stato definito come la risoluzione della diarrea e senza ulteriori necessità di terapia anti CDAD 24 a 72 ore dopo l'ultima dose di cadazolid, mentre il tasso di guarigione duratura è stata definita come la guarigione clinica con nessuna recidiva di CDAD fino a 4 settimane post- trattamento. I tassi di recidiva erano numericamente inferiori per tutte le dosi di cadazolid rispetto alla vancomicina. Cadazolid è risultato sicuro e ben tollerato.

SEZIONE DOWNLOAD